Sentenza Mediaset, Parolini (Pdl): siamo con Berlusconi e con lui continueremo a lavorare

4

“Siamo con il Presidente Silvio Berlusconi, che ha tutto il nostro sostegno e la massima solidarietà. Le conseguenze oggettive e l’esultanza trattenuta a stento di molti esponenti della sinistra danno a questa sentenza una inevitabile e rilevante valenza politica.” Questo il commento del Gruppo consiliare del Popolo della Libertà in Regione Lombardia, per bocca del suo Presidente Mauro Parolini, dopo la conferma della condanna in Cassazione nei confronti di Silvio Berlusconi, nell’ambito del processo Mediaset.

“A quanto pare – prosegue Parolini – in Italia, neppure in un momento di crisi grave come quello attuale, non è proprio possibile riconoscersi in un destino comune. La pacificazione, desiderata da molti e invocata dal Presidente Napolitano, fa i conti con decisioni dall’esito decisamente distruttivo. Ma noi siamo con Berlusconi e con lui continueremo a lavorare con responsabilità e impegno quotidiano per garantire una rappresentanza politica forte ai cittadini, alle famiglie e alle imprese che attendono soluzioni ai gravi problemi che investono il Paese, e per riformare la giustizia e un sistema istituzionale che oggi sembra composto non da organi orientati al bene comune ma da tanti stati indipendenti”. 

 

“Sul fronte giudiziario – conclude il capogruppo del Popolo della Libertà – ci aspettiamo una parola di verità e giustizia dalla Corte europea. Sul fronte politico continueremo intanto a lavorare con senso di responsabilità per assicurare a ogni livello amministrativo e di governo l’impegno necessario ad affrontare e a risolvere le emergenze poste dalla crisi economica e sociale. In particolare il PdL, con tutti i suoi Assessori e Consiglieri, proseguirà a offrire il suo sostanziale contributo all’unico governo oggi in grado di mantenere la Lombardia saldamente nel novero delle Regioni più avanzate d’Europa e a confermarla vero motore e traino dell’economia nazionale. Siamo pronti a rimettere al centro dell’azione politica gli ideali di libertà e di difesa della persona che rappresentano il fine per cui Silvio Berlusconi ha fondato Forza Italia”.

Comments

comments

4 COMMENTS

  1. SU QUESTA SENTENZA NON CE DA DIRE NIENTE !! E’ GIUSTO CHE CHI SBAGLI PAGHI !!E’ STATO TUTTO PROVATO : BISOGNA ANCHE AVERE IL CORAGGIO DI AMMETTERLO

  2. Tra le tante, Berlusconi ha tuonato contro la magistratura che non sarebbe più un ordine ma un potere dello Stato. A me sembrava che i poteri in Italia fossero quello esecutivo (Governo), quello legislativo (Parlamento) e quello giudiziario (Magistratura) e che tale tripartizione fosse un caposaldo della nostra come di tutte le democrazie evolute. Ma forse mi sbaglio oppure qualcuno auspica da noi un modello sudamericano di tipo peronista…

LEAVE A REPLY