Chiusura anticipata dei locali, i residenti: non è cambiato nulla

0

La nuova ordinanza del Carmine prevede che si anticipi di mezz’ora la chiusura dei locali: i bar devono abbassare la saracinesche all’una il venerdì e il sabato, e a mezzanotte e mezza dal lunedì al giovedì. Ma  cambiato qualcosa? Come riporta il Corsera a quanto pare non molto. Il quotidiano conferma che all’ora X le forze dell’ordine entrano in azione e gli operatori della Cauto passano a ripulire le strade. Ma dalle testimonianze dei residenti tutto questo non vale il silenzio. "Ma guardi che non è mica cambiato nulla!" racconta Sara, che abita vicino al Carmen Town che anzi ribadisce come le spazzatrici facciano più rumore dei giovani al bar.  A rincarare la dose Veronica, "il punto non è l’una o l’una e mezza, non cambia proprio niente.  Il problema è il tizio ubriaco che mi spacca una bottiglia sotto casa, siano le dieci o le due del mattino: in questi casi io chiamo la polizia. Io preferisco di gran lunga i ragazzi che lo spacciatore sotto casa». Diego, di casa tra via Battaglie e via Porta Pile, invece testomonia come comunque a bar chiusi ci fosse ancora pienone alle tre di notte. Intanto i gestori di sedici locali della zona, hanno chiesto un incontro con il sindaco per valutare la situazione. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. «Ma guardi che non è mica cambiato nulla!» sorride Sara, 38 anni, una casa al secondo piano quasi di fronte a Carmen Town. La residente parte da una premessa: «A me la movida andava bene prima e mi va bene ora. E mi creda, siamo in almeno cento famiglie a pensarla così». Ma quindi la chiusura anticipata che effetti ha sortito? «Nessuno, cosa vuole che cambi per mezz’ora? Vogliamo parlare della pulizia strade? Beh, le spazzatrici disturbano molto di più dei giovani». Fosse anche solo perché «per raccogliere le bottiglie, gli operatori le rompono in modo che possano essere aspirate dai mezzi meccanici…». Sara mostra le finestre del suo appartamento. «Anziché spendere migliaia di euro in avvocati, basterebbe cambiare gli infissi e installare i doppi vetri: non si sente più nulla fuori. L’abbiamo fatto tutti».

  2. I doppi vetri ci sono gia’. Dobbiamo provare coi quadrupli? E per tornare a casa propria nel proprio garage dobbiamo aspettare i comodi degli etilisti fino alle due di notte? Resetta il brain.

  3. Se non è cambiato niente vuol dire che l’amministrazione comunale deve sdottare misure più drastiche con tolleranza zero. Quelli che hanno fatto ricorso al TAR sono persone degne di rispetto hanno dimostrato tanto coraggio e poca ipocrisia

LEAVE A REPLY