Se ne va di casa, lasciando alla ex un boa constrictor di tre metri

0

C’è chi ci lascia l’intero guardaroba, chi i propri libri più cari, chi la tv o lo stereo, tutto per non dover tornare nell’abitazione di una persona con la quale non si vuole più avere nulla a che fare. C’è anche chi, per lo stesso motivo, lascia addirittura un serpente. Il fatto è accaduto nella nostra provincia, in un appartamento di Gavardo. Protagonisti della vicenda un uomo e una donna che avevano una relazione sentimentale e vivevano sotto lo stesso tetto, in compagnia di un serpente.

Non si tratta di un rettile comune, tra l’altro, ma di un boa constrictor lungo quasi tre metri. Dopo che la coppia si è sciolta, l’uomo ha abbandonato la casa pensando bene di lasciare il serpente nella sua teca. A distanza di due mesi dalla separazione, la donna ha dovuto nei giorni scorsi chiamare le guardie del Corpo Forestale per chiedere che venissero a prendere il boa. Che, tra l’altro, non mangiava da quando il suo padrone se ne è andato di casa, cioè da due mesi. 

Le guardie, secondo quanto riporta il quotidiano Bresciaoggi che pubblica la notizia nell’edizione odierna, non hanno avuto difficoltà a prelevare l’animale, che non presentava particolare aggressività nonostante il prolungato digiuno. Solitamente serpenti simile mangiano una volta ogni due settimane, ma evidentemente questo esemplare aveva scorte a sufficienza. 

L’ex proprietario, in attesa che si rifaccia vivo, è stato denunciato alla Procura per abbandono di animali.
(a.c.)

Comments

comments

LEAVE A REPLY