Wi-Fi, Brescia nella top ten. Ma l’Italia rimane tra le peggiori in Europa

0

Il wifi in Italia è ancora molto indietro rispetto ad altri Paesi europei. Ma in questa realtà poco rosea, Brescia è nella top ten, tra le città, con punti di accesso alla rete tramite wi-fi che rappresentano il 2,6% di quelli dell’intero territorio nazionale. Lo ha appurato il censimento dell’app per android «Che wifi» realizzata da «Che Futuro», il web magazine diretto da Riccardo Luna il collaborazione con Talent garden, il network di coworking guidato dal bresciano Davide Dattoli. La città con più punti wifi è Roma con il 14,1% degli hotspots, seguita a ruota da Milano (13,7%). Brescia è al sesto posto. La Lombardia (20%) è la regione italiana con più hotspots localizzati, segue poi il Lazio (16,1%), poi Emilia Romagna e il Trentino Alto Adige (11,6%).

Come riporta il Bresciaoggi il ritardo italiano è dimostrato da due studi. Il Digital Agenda Scoreboard 2013, cioè il rapporto annuale della Commissione europea, che rileva il persistere del ritardo sia sull’adozione delle nuove tecnologie di rete sia sull’uso medio di internet e del web (solo un 53% di italiani, poco più della maggioranza, accede regolarmente al Web (almeno una volta a settimana), contro il 70% della media europea). L’altra è la ricerca HRS, il portale per i viaggi d’affari, che ha analizzato il suo database formato da oltre 250 mila alberghi nel mondo, che ha bocciato il Bel Paese, in quanto solamente il 53% degli hotel fornisce gratuitamente il wi-fi ai propri ospiti.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se fate servizi in test che nemmeno siete in grado di gestirli perché lo fate??!!
    …basta perdere tempo e denaro in "banalità", sistemate le cose importanti che c’è ne sono!!!Vergognosi. Amministrazioni pubbliche sindaci e classe politica compresa!Mangia soldi!

LEAVE A REPLY