Un progetto di legge leghista per valorizzare i luoghi della prima Guerra mondiale

0

Mercoledì 14 agosto a Temù ore 17,30 presso la sede del Museo della Guerra Bianca in Adamello, i consiglieri regionali Donatella Martinazzoli, Fabio Rolfi e il deputato Davide Caparini alla presenza del Presidente del Museo, hanno illustrato il progetto di legge Regionale portato avanti dalla Lega Nord e finalizzato a promuovere ed attivare interventi per valorizzare i valori ed i luoghi della prima guerra mondiale nel centesimo anniversario, la cui commemorazione prenderà avvio nell’estate del 2014 e si prolungherà fino ai primi mesi del 2019 e che ha visto proprio nella Valle Camonica uno degli scenari principali

Il progetto di legge vuole dare la possibilità agli enti territoriali di effettuare quegli interventi di recupero riqualificazione di trincee, sentieri, cippi, monumenti e piccoli manufatti commemorativi diffusi nei paesi luoghi della guerra. Il tutto con lo scopo di promuovere e sostenere tutte quelle iniziative volte a valorizzare i valori e il ricordo, nonché di sostegno alla crescita della cultura della pace e della pacifica convivenza tra i popoli, legati alla prima guerra mondiale.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Pur di restare a galla una contraddizione dietro l altra . Notare che fino a ieri non hanno mai ricordato con rispetto i 600.000 morti caduti per l Italia . Innocenti venuti da tutte le Regioni. Rolfi vergognati ancora una volta. Vattene e smettila..

  2. La guerra cominciò per alcuni "bresciani" già nell’estate 1914 (uomini della Valvestino e di Magasa)nell’esercito austriaco. Si può vedere la lapide nel cimitero di Moerna.
    Poi l’Italia aggredì l’alleato austriaco il 24/05/1915 quando già aveva perso milioni di uomini nei vari fronti,trovando il fronte sguarnito: all’ultimo minuto il comando austriaco riuscì a schierare i trentini del Landstürm (la milizia territoriale da 33 a 42 anni) e gli Standschützen (volontari: non soggetti alla leva, avendo meno di 17 e più di 50 anni). Difesero il fronte fino all’arrivo delle truppe imperiali regolari. Sostanzialmente il fronte lombardo non ebbe particolari variazioni. A parte i morti nei combattimenti e per le valanghe, il freddo e la fame.
    Ricordiamo che Ponte di Legno venne bombardato per rappresaglia il 27/09/1917 dopo il bombardamento italiano di Vermiglio.

  3. I legaioli la valorizzazione la faranno coi fondi t-T-B (trota-Tanzania-Bels ito)o, per foraggiare i sodali del circo-eventi, c’imporranno altri balzelli?

  4. al netto del progetto di legge, che mi piace, mi sfugge come sia stato possibile presentare un’iniziativa legislativa di un partito nella sede di un museo pubblico, con la presenza del presidente dello stesso. salvare almeno l’apparenza, no?

LEAVE A REPLY