Giovane barista rapina centro massaggi. Ad aspettarlo in auto la mamma

0

Oberato dalle tasse decide di rapinare un centro massaggi, e per farlo si porta anche la mamma. E’ successo ieri in via marchetti a Brescia quando un giovane barista 25enne, calato il passamontagna sul volto, è entrato nel centro massaggi cinese uscendo dopo poco con 160 euro. Ad aspettarlo a bordo della Renault Clio c’era la mamma.

Ma la sua fuga non è andata molto bene. La vicina di casa di via Marchetti era alla finestra quando il ragazzo è sceso dall’auto e si è infilato il passamontagna per entrare nel centro massaggi. La testimone, insospettita dal gesto, ha avvertito i carabinieri che dopo poco sono arrivati sul posto e hanno verificato l’avvenuta rapina.

Il ragazzo è stato trovato poco dopo, ancora in auto con la mamma, in via San Polo. Per lui è scattato il processo per direttissima mentre la mamma è stata denunciata per concorso in rapina.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Cosa c’entra il bresciano disonesto che aggredisce immigrati….i soliti luoghi comuni!!! Ci sono anche bresciani disonesti e chi sbaglia paga!! Conosco le persone coinvolte e arrivano da una buona famiglia bresciana però i problemi vanno affrontati in modo diverso

  2. Cosa c’entra il bresciano disonesto che aggredisce immigrati….i soliti luoghi comuni!!! Ci sono anche bresciani disonesti e chi sbaglia paga!! Conosco le persone coinvolte e arrivano da una buona famiglia bresciana però i problemi vanno affrontati in modo diverso

  3. Ma lo volete capire che la gente è disperata e non sa piùà come pagare le tasse e mangiare???? Come vi permettete di fare ironia su una cosa del genere che riguarda anche tanti fratelli immigrati?

  4. se uno compie una rapina in quel modo, rischiando la galera, ha urgenze necessità di soldi. ma non per il fisco, per il pusher.

  5. Caro utente "comunistadentro" probabilmente Lei si sente fratello dei "fratelli immigrati". Se nei loro confronti nutre tanto "fraterno" amore Li inviti a vivere a casa sua, magari li aiuti (economicamente beninteso!)a sopravvivere e ad integrardsi(sigh..) Casa sua intesa come sua abitazione e se ha , cosa di cui non dubito, anche una bella casa in qualche amena località turistica meglio per Voi…. Sono sicuro che li tratterà bene.Noi, gente del popolo abbiamo altre priorità che i "fratelli migranti"….Ad maiora!

  6. se il rapinatore fosse straniero il tono dei commenti sarebbe diverso. siccome é italiano (e la vittima straniera) allora c’é comprensione e indulgenza: é uno dei nostri, poverino, bisogna capirlo. addirittura qualcuno giustifica il crimine "non si sa piú come pagare le tasse e mangiare". é la tifoseria di chi é convinto che si giochi una partita italiani contro stranieri. la partita é invece tra persone oneste e persone disoneste. in questo caso il disonesto é italiano e la vittima straniera, in altri casi l’inverso. dobbiamo sempre condannare i disonesti e stare dalla parte delle vittime.

  7. Egregio utente "sisi ", se si riferisce al sottoscritto Lei si sbaglia..Lo scrivente non rosica assolutamente. probabilmente chi rosica è gente come Lei. Proiettata verso il "sol dell’avvenire"di marxiana memoria…..Vedremo come La ringrazieranno, un domani,Lei e i suoi "compagni" ,i "fratelli migranti"…..Spero che Lei abbia incontri ravvicinati con i m"fratelli migranti" che sbagliano…Ad maiora.

  8. Roby, sciogliti un po’. Siamo in un sito anonimo, facciamo commenti anonimi e domani, oggi sarà ricordato come un giorno anonimo.
    "Si sleghi i diti" e impara a scrivere senza tanta premura di voler mostrare la sua superiorità. Oppure si noleggi un extracomunitario e lo metta alla tastiera al posto suo che di certo almeno lui saprà riconoscere la differenza fra " e …

LEAVE A REPLY