L’operazione “saldi sicuri” promuove i commercianti e premia i clienti

0

Con la stagione dei saldi estivi ormai alle spalle, è tempo di stendere un primo bilancio dell’operazione “Saldi sicuri” promossa per la prima volta quest’anno dall’Amministrazione Comunale di Roncadelle al fine di verificare il rispetto della normativa con particolare riferimento alla veridicità delle percentuali di sconto indicate.

L’operazione è stata posta in essere, in borghese, dagli agenti della Polizia Locale, guidata dal Comandante Luca Treccani, ed ha previsto un primo giro di controllo alla vigilia dell’avvio dei saldi (alla fine dello scorso mese di giugno) a cui ha fatto seguito una verifica il mese successivo. Sono stati controllati complessivamente 34 negozi (27 all’interno del Centro Commerciale “Le Rondinelle” e 7 in paese). Nei negozi che avevano esposto in vetrina i medesimi articoli il controllo è stato immediato; in quelli che avevano cambiato le vetrine è stata necessaria un’ispezione interna, chiedendo ai vari commessi di visionare i prodotti oggetto del controllo. Gli articoli controllati sono stati complessivamente un centinaio. L’esito è stato decisamente positivo, in linea con le attese: è emersa una totale regolarità dei prezzi e delle percentuali di sconto applicate e non sono emerse neppure gravi irregolarità dal punto di vista commerciale.

Comprensibile dunque la soddisfazione del sindaco Michele Orlando: “Per due motivi – precisa: intanto per essere riusciti a promuovere l’iniziativa, un atto dovuto, a tutela dei consumatori che sempre più spesso, vista la crisi, attendono i saldi per fare acquisti che in altri momenti dell’anno riescono a permettersi con sempre maggiore difficoltà; e poi per l’esito dei controlli, che ha certificato una assoluta regolarità degli sconti applicati. L’operazione dunque verrà riproposta anche nella prossima stagione invernale, per prevenire frodi o atteggiamenti un po’ furbetti che danneggiano i consumatori e non fanno bene nemmeno alla categoria dei commercianti. Un’economia sana, infatti, deve basarsi sul rispetto delle regole e del cliente: è molto positivo quindi l’aver verificato che, da questo punto di vista, negli esercizi pubblici controllati tutto si è svolto nella massima correttezza”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY