Grazie anche al Vittoriale è stata restaurata la stele commemorativa di Natale Palli

0

Il Vittoriale (e la memoria di Gabriele d’Annunzio) si confermano crocevia di fertili sinergie. E’ stata infatti l’ennesima collaborazione tra diversi enti e Paesi a rendere possibile, nel 150° anniversario della nascita del Vate, la realizzazione di quello che certamente sarebbe stato un suo desiderio: la riqualificazione della stele eretta dal Dipartimento della Savoia in memoria di Natale Palli – pilota dello Sva di d’Annunzio durante il Volo su Vienna – a Sainte-Foy-Tarantaise, in Francia, nel luogo in cui venne ritrovata la sua salma. Palli aveva 24 anni soltanto, ma in guerra aveva ottenuto una medaglia d’oro e due d’argento combattendo, fra l’altro, al fianco del mitico pilota Francesco Baracca. Nel marzo del 1919, tentando di raggiungere Parigi con un audace sorvolo delle Alpi, si trovò in mezzo a una tormenta di neve sul il massiccio del Mont Pourri, nelle Alpi francesi; riuscì a posare in emergenza il suo velivolo su un ghiacciaio e tentò invano di raggiungere un centro abitato.

A fine maggio la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani ricevette una mail proveniente da Lugano, con la segnalazione delle precarie condizioni in cui versava il cippo eretto sul ciglio di una stradina francese in memoria del pilota tanto caro a d’Annunzio. Fu immediata la reazione della Fondazione gardonese, presieduta da Giordano Bruno Guerri, che in tema aviatorio ha avviato proficui rapporti con il Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni di Trento e, in occasione della simulazione virtuale del Volo su Vienna del 21 aprile scorso, con il Comune di Casale Monferrato, paese natale di Natale Palli. Casale Monferrato, oltretutto, fa parte della Fondazione “Gemellaggi Dannunziani” presieduta da Guerri.

E’ così bastato un rapido scambio di mail per arrivare alla felice conclusione della vicenda. Presi gli opportuni contatti con le autorità locali, venerdì scorso, 23 agosto, la Sezione di Casale Monferrato dell’Associazione Arma Aeronautica si è recata a Sainte-Foy-Tarantaise, dove è stata ricevuta dal Sindaco, Raymond Bimet, e dal responsabile provinciale della manutenzione delle strade, René Martin. Ottenuta la disponibilità del Sindaco a collocare alla spalle della stele un supporto su cui porre un pannello che descrive brevemente la gloriosa figura del pilota casalese, il gruppo è stato accompagnato da Martin sul luogo dove si trova la stele e ha provveduto alla risistemazione del piccolo monumento.

“Lo SVA, tutt’ora conservato al Vittoriale, è – prima ancora di uno strumento di guerra – il simbolo dell’audacia umana e della poesia di chi, come un antico guerriero, sfidava il nemico con il coraggio e la fantasia creatrice, prima che con le armi”, ha dichiarato Giordano Bruno Guerri, presidente del Vittoriale. “Sono felice che dalla collaborazione con il Museo Caproni, oltre a questo omaggio a Palli, stia per nascere una mostra che, a partire dal 16 novembre, celebrerà a Trento ‘D’Annunzio aviatore’”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY