Labolani scrive al sindaco Del Bono: basta diffamare la vecchia giunta o scatta la denuncia

2

Con una lettera aperta indirizzata al sindaco di Brescia Emilio Del Bono, l’ex assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Brescia Mario Labolani lamenta le le dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’assessore Muchetti in riferimento all’accusa circa la mancata trasparenza degli appalti e l’inadeguato recupero dei monumenti.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA:

Caro Sindaco,

desidero richiamare la tua attenzione su alcune affermazioni, non solo prive di fondamento, ma false e tendenziose, che l’Assessore Muchetti ha di recente rilasciato alla stampa. La campagna elettorale è finita e così dev’essere per la diffamazione nei confronti della nostra giunta: mi riferisco nello specifico ad alcune illazioni circa la mancata trasparenza degli appalti o l’inadeguato recupero dei monumenti. In primis vorrei infatti ricordare che il sottoscritto già quattro anni fa chiedeva a Prefetto, Provincia e Procura l’istituzione di un tavolo dedicato alla trasparenza negli appalti e, in particolare, a quelli dei lavori pubblici. Questo a testimonianza dell’etica, del valore e della correttezza amministrativa a cui mi sono sempre ispirato. Purtroppo quel tavolo (che sono andato a lungo auspicando) chi di dovere non l’ha mai realizzato, ma questo non mi ha impedito di mantenere e pretendere il più alto livello di trasparenza e rispetto di legge ad ogni appalto: sfido chiunque a dimostrare il contrario! Per quanto riguarda poi le opere fatte anche e soprattutto grazie alla collaborazione con i privati, forme di sponsorizzazioni o soluzioni appositamente studiate per non far spendere ai cittadini: abbiamo realizzato ben 31 opere fra rotatorie, giardini e aiuole, per non parlare dell’adozione delle fioriere. Se vogliamo parlare poi del cimitero Monumentale, è bene che Muchetti sappia che, non solo sono stato il primo ad interessarsene dopo decine d’anni di trascuratezza, ma ho avviato varie collaborazioni con università o associazioni culturali che hanno portato al recupero dei leoni come di molte lapidi a costo, una volta ancora, zero per i cittadini. E non c’è bisogno che ricordi che non un pelo è stato smosso senza le adeguate autorizzazioni da parte della Sopraintendenza….

Caro Sindaco di tutti i bresciani, sono stupito che come assessore alle “varie ed eventuali” ci sia questo novello “Palmiro Cangini” che, non solo si dimostra dedito a stupidi preconcetti, ma arriva addirittura a diffamare senza pensarci due volte: atteggiamento che mi vedrà costretto, se reiterato, a rivolgermi alla Procura per tutelare me e i colleghi che hanno sempre agito nel pieno della legalità e nel massimo rispetto dello spirito di servizio alla collettività! Chiudo ricordando che la nostra politica, pur passibile di critiche, ha portato in cinque anni a Brescia la bellezza di 300 opere, di cui ora i cittadini e gli stessi detrattori del nostro operato beneficiano quotidianamente.

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. A proposito di trasparenza : quanto è costata al contribuente bresciano l’abbattimento della pensilina ?
    E quanto sarebbe costato al contribuente bresciano rimettere la statua del Bigio : a quanto ammontava il preventivo ? Quanto è costata al contribuente bresciano tutta la fase progettuale del Cubo Bianco ? Se non ricordo male – ma forse mi sbaglio – c’è stata una trasferta a Milano. : ci sono le ricevute fiscali di quella trasferta ? E’ possibile leggere tutti questi dati pubblicati su BS NEWS ? Sarebbe un bel servizio di trasparenza ai Bresciani. Si chiedono le cifre AL CENTESIMO, non indicativamente. Grazie.

  2. Bravo Mario!Pur essendo politicamente lontano da te non posso che sottoscrivere quanto hai scritto.Vedremo adesso cosa combina il sig. Del Bono (non lo chiamo sindaco essendo il sottoscritto non residente a Brescia…). Ai tuoi detrattori che schiumano rabbia pongo un unico quesito: quanto ci costano le occupazioni degli amici della nuova giunta, vale a dire gli "antagonisti".La mobilitazione delle forze dell’ordine per ogni loro manifestazione …e tutti i casini (via Corsica, casette di via Gatti etc…).

LEAVE A REPLY