Sospese le ricerche della ragazza sudafricana scomparsa a Montisola, vuole solo rimanere in Italia

0

Allarme finito. Non c’è alcun epilogo tragico nella vicenda della 17enne sudafricana scomparsa da mercoledì mattina. Il padre della ragazza, Thilo Thormeyer nella giornata di ieri ha tranquillizzato tutti: la giovane, abituata a viaggiare da sola, avrebbe espresso il desiderio di non tornare in Sudafrica ma di fermarsi in Italia ancora un po’, per visitare luoghi nuovi ed imparare la lingua.

Stop dunque alle ricerche di Protezione Civile e Vigili del Fuoco, e allarme rientrato anche alla Farnesina (che era in apprensione per le sorti della straniera in vacanza nel nostro paese). Nel frattempo, nella giornata di ieri, sono emersi diversi particolari che smentiscono alcune voci circolate giovedì. Innanzitutto Clara Thormeyer non è mai andata a Montisola, e dunque il messaggio lasciato sul registro delle presenze del santuario della Madonna della Ceriola non è il suo. Poi, diversamente da quanto si sapeva ieri, si è scoperto che Clara non era in vacanza con i genitori ad Iseo, ma era ospite di Monica Gozzini Turelli, ex direttrice didattica, insegnante di italiano a Johannesburg dove ha conosciuto la famiglia Thormeyer. La Turelli nelle ultime due settimane stava ospitando la ragazza nella sua abitazione, e giusto mercoledì, giorno della scomparsa, Clara avrebbe dovuto prendere un aereo per fare ritorno in Sudafrica.

La giovane ora sarebbe in giro per l’Italia, forse diretta sulla costiera amalfitana che avrebbe fatto intendere nel biglietto lasciato a casa della Turelli. Avrebbe con sé un po’ di denaro, carta di credito, passaporto e uno zainetto di vestiti. Cellulare spento, per non essere disturbata (e rintracciata) nel suo tour dell’Italia.
(a.c.) 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. questa ragazza ancora viva ho visto lei altro ieri a Napoli con una ragazza tunisina, era indossare un abito rosso, la speranza chi sta bene

LEAVE A REPLY