Capriano, 76enne cardiopatica sfrattata. Il sindaco le trova una nuova casa

0
Bsnews whatsapp

Sfratto a lieto fine a Capriano del Colle. Una donna di 76 anni, costretta alla strada dopo il primo accesso da parte dell’ufficiale giudiziario, ora avrà una nuova abitazione. La donna, Giulia Morandi, soffre anche di disturbi al cuore e viveva nell’abitazione del figlio, andata all’asta per problemi di carattere finanziario.

L’amministrazione di Capriano, considerati anche i problemi di salute dell’anziana signora, aveva già trovato una soluzione abitativa per la donna, si trattava solo di aspettare una ventina di giorni per poter stipulare il nuovo contratto. Ma il proprietario di casa senza voler sentire ragioni, ha preferito chiamare i carabinieri e l’ufficiale giudiziario ha eseguito lo sfratto.

L’Associazione Diritti per tutti denuncia l’atteggiamento dell’Ufficiale giudiziario che, a loro giudizio, “non ha tenuto conto dell’età, dello stato di salute della signora e del fatto che a breve avrebbe potuto tranquillamente fare un passaggio da casa a casa. Dov’è finita l’umanità?”. Ma il sindaco di Capriano, Lamberti, è intervenuto sulla situazione e venerdì pomeriggio firmerà il contratto per il nuovo alloggio. Tutto bene quel che finisce bene.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Grazie sia al sindaco che ha risolto il problema, sia a Diritti per Tutti che, come in centinaia di altri casi, si è battuta per i cittadini. Bravi!

  2. mettiamo il caso che lo sfratto sia stato eseguito dopo una causa durata mesi o anni, mettiamo il caso che il proprietario abbia un mutuo e l’affitto gli serva per pagarlo, mettiamo il caso che gli serva pure per pagare imu e tasse varie.
    Peggio per lui!
    Non bisogna investire nel mattone, così non ci saranno lavoratori nel settore e si pagheranno meno stipendi (e lo stato percepirà pure meno tasse, che già ne prende troppe) Ohh!
    Si attendono invettive

  3. Nessuna invettiva, ma mettiamo il caso che l’investimento nel mattone sia stato fatto oculatamente e da chi se lo può permettere anche senza fare conto sull’incasso di affitto… Certo, se per piccolo interesse speculativo (piccolo e speculativo non devono necessariamente avere un’accezione negativa)ci s’impicca con un mutuo, può capitare anche di trovarsi in difficoltà e sentirsi costretti a comportamenti poco dignitosi come sfrattare una vecchietta cardiopatica.

  4. Risposta a @locatore. Perfettamente d’accordo ma mi domando: è compatibile con la nostra Costituzione che la vecchietta cardiopatica debba restare a carico dell’eventuale buon cuore del padrone di casa (oculato o meno nell’investimento ma singolo privato cittadino)a tempo indeterminato e che il Sig. Sindaco intervenga solo a sfratto iniziato e animi surriscaldati?
    Perc hé solo chi ha grandi mezzi può comprare una casa, magari con la prospettiva di darla ad un figlio? Io trovo più appropriato il termine investimento, non solo di risorse finanziarie, invece di speculazione, con o senza accezione negativa. Chi ha coraggio ed effettua un investimento, anche nel futuro, deve poter contare sulla certezza del diritto.

RISPONDI