La salute dei nostri animali? Per Enpa è “una questione di etichetta”

0

Leggere l’etichetta dei prodotti alimentari prima di acquistarli è un’abitudine sempre più diffusa fra coloro che hanno a cuore la propria salute e desiderano nutrirsi in modo sano ed equilibrato. Ma quanti riservano la medesima attenzione al cibo destinato ai loro amici a quattro zampe? Quanti sanno davvero cosa gli si offre nella ciotola?

Da questo fondamentale presupposto è nata la campagna di sensibilizzazione “ Per la nostra salute leggi bene l’etichetta” promossa da Disugual, marchio di pet food etico e cruelty free e patrocinata dall’ENPA, che prenderà il via sabato 5 ottobre in occasione della Giornata degli Animali promossa dall’Ente Nazionale Protezione Animali in oltre 200 piazze italiane (per le piazze della Lombardia coinvolte consultare il sito www.enpa.it, sezione dedicata alla Giornata degli Animali 2013 ). A Brescia i volontari dell’Enpa saranno in corso Palestro, angolo via Santa Croce e in corso zanardelli, dalle 14,30 alle 19.

La campagna ha l’obiettivo di incoraggiare chi acquista alimenti destinati a cani e gatti ad avere più attenzione e consapevolezza nei confronti dei diversi ingredienti, riuscendo così a individuare quelli più adatti al proprio cane o gatto e a preferire i migliori per qualità e trasparenza.

 “L’alimentazione è uno dei gesti che più caratterizzano l’amore per gli animali. Solo tramite la nostra attenzione e la nostra conoscenza sulle sue reali esigenze il nostro protetto potrà nutrirsi con equilibrio e soddisfazione, salvaguardando la sua salute ed adattandosi al meglio alla vita domestica, certo più confortevole, ma assai diversa dalla Natura in cui ha avuto origine”  – dichiara Marco Bravi, responsabile Comunicazione e Sviluppo Enpa –. Per questo l’informazione è fondamentale”.

“Il senso dell’iniziativa è chiaro ma purtroppo non così scontato – sottolinea Piergiulio Bassi, ideatore e fondatore di Disugual –. Molto spesso le etichette dei prodotti sono difficilmente interpretabili o nel peggiore dei casi vaghe e questo è già un primo segnale d’allarme importante, che dovrebbe farci dubitare di avere di fronte davvero un buon prodotto. Essere in grado di "capire" un’etichetta è il primo e fondamentale passo per dimostrare ai nostri fedeli amici il nostro amore e garantire loro salute e benessere. Lo facciamo per noi, perché non farlo anche per il nostro gatto o il nostro cane?”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY