Successo per la “Faustina”, moneta della Caritas per le persone bisognose

    0
    Bsnews whatsapp

    No, non si tratta di persone nostalgiche della sovranità monetaria nazionale. Lo scopo dell’iniziativa è benefico, ed è stato centrato in pieno tanto che il progetto verrà presto esteso a tutta la città. Stiamo parlando dell’idea nata all’interno della Caritas della parrochhia di San Faustino e Giovita, che alcuni mesi fa ha messo in moto un meccanismo che funziona perfettamente.

    Obiettivo principale è quello di fornire un sostegno concreto, tangibile, a circa 150 adulti e 80 ragazzi stranieri poco abbienti che circuitano nel quartiere della parrocchia. A queste persone don Armando Nolli, anima della parrocchia, consegna le banconote "Faustina", un nome che richiama sì il patrono di Brescia, ma anche l’imperatore romano Antonino Pio che battè una moneta con questo nome in onore della moglie, Faustina appunto. Tramite queste banconote, che valgono nominalmente circa 1,60 euro, le persone possono recarsi in uno dei negozi convenzionati e spenderle in base ai bisogni. Da parte loro i commercianti sostengono l’iniziativa scontando il 20% netto del valore della merce che vendono. Un circuito virtuoso che sta funzionando benissimo, tanto che la Caritas Diocesana ha deciso di estenderlo a tutte le parrocchie del centro storico, come riportato stamane sulle colonne di Bresciaoggi che scrive la notizia.

    La parrocchia è favorita dal fatto che non deve acquistare e stoccare la merce, soprattutto quella deperibile, e in più ha lo sconto su ciò che paga tramite le Faustine, i commercianti dal fatto che riescono ad ampliare il loro business, e i bisognosi possono ottenere alimenti, carne, frutta e verdura ma anche pasti caldi, bevande calde nei bar, libri, e medicine gratis. 
    (a.c.)

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI