Giunta elezioni, bufera sul grillino Crimi per un irriverente post anti-Silvio

24
Bsnews whatsapp

“Ma vista l’età, il progressivo prolasso delle pareti intestinali e l’ormai molto probabile ipertrofia prostatica, il cartello di cui sopra con “Non mollare” non è che intende “Non rilasciare peti e controlla l’incontinenza” (cit. Paola Zanolli)”. Questa la frase postata sulla pagina Facebook del senatore del Movimento Cinque Stelle, Vito Crimi, eletto a brescia, durante la seduta della Giunta delle Elezioni.

La frase però non è passata inosservata e ha scatenato le polemiche del capogruppo del Pdl Renato Schifani che, rivolgendosi direttamente al presidente del Senato Pietro grasso ha commentato: “ Denunciamo al presidente Grasso un fatto gravissimo: mentre la Giunta delle Elezioni è in Camera di Consiglio, l’esponente del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, sta esprimendo su Facebook giudizi volgari e offensivi contro il presidente Berlusconi, violando il regolamento del Senato. Un comportamento intollerabile che conferma la bontà della nostra richiesta di ricusazione di alcuni membri della Giunta ed inficia gravemente la legittimità dei lavori del collegio”.

Dietro il post di Crimi però ci sarebbe il suo collaboratore, Adriano Nitto che, sempre dalla pagina di Facebook del senatore grillino ha spiegato: “Chi scrive ora, come già accaduto in altre occasioni, è il collaboratore di Vito Crimi, che aggiorna la sua pagina quando Vito non è in condizione di poterlo fare (come è di norma per tantissimi altri collaboratori parlamentari). Alcune precisazioni:
a) il post relativo a Berlusconi è stato inserito alle ore 10.04, prima dell’inizio dei lavori in Camera di Consiglio, b) i post successivi, già programmati (relativi a Lampedusa ed al resoconto "5 giorni a 5 stelle") sono stati inseriti dal sottoscritto”. Giallo risolto dunque e polemica rientrata.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

24 COMMENTI

  1. Ueila il pacio è sveglissimo: gli serve uno pagato (da noi contribuenti) per scrivere cavolate su FB. Spera che la legislatura duri a lungo perché poi si torna a contare con il pallottoliere le schede elettorali votate in qualche ufficietto giudiziario…..come ha detto il suo collega di partito: «Crimi, facevi meno danni in giunta quando non ci arrivavi perché ti perdevi per strada!». (senatore Lorenzo Battista, M5S)

  2. Se il PDL si è ridotto a rispondere queste scemenze per difendere Silvio ( quello amico di Bossi ) è proprio sfinito di argomentazioni.

  3. Così oggi ha voluto riassumere tutta la recente storia parlamentare del m5s, ovvero: trovarsi nel posto sbagliato, al momento sbagliato e ovviamente dire la cosa sbagliata….UN GRANDE.
    poi basta perché è come sparare sulla croce rossa.

  4. Schifani e Crimi due generali di eserciti interscambiabili.Ent rambi conquistano il nulla ed argomentano come bambini che litigano.

  5. Ma rita s. è ironica o parla sul serio? Se parla sul serio, ha capito che il commento non l’ha scritto il suo beniamino crimi? Ma l’ha scritto il suo collaboratore, pagato da noi! Che squallore…

  6. che Berlusconi sia un delinquente ormai é accertato dalle sentenze. Ma quando si fa riferimento alla sua prostata ed al suo intestino non si offende solo il pregiudicato Berlusconi (che ha tante colpe ma non quella di essere vecchio) ma tutte le persone anziane e malate. Se un senatore che dovrebbe rappresentarci non capisce questo, é meglio che cambi lavoro e torni a casa.

  7. Crimi??? E chi è???Quello votato dai breciani che volevano cambiare???Ma sanno che hanno votato un burocrate,che come lavoro faceva qualcosa di simile a quello che scrive l’utente "bepi"…..Ma cosa volete che faccia uno come il senatore Crimi…E’ già stato miracolato con l’elezione a parlamentare.Per fare meno danni Lui e i suoi sodali grillini dovrebbero andare a scopare il mare…..Forse così finiranno di tediarci con le loro fregnacce. Non sono nient’altro che un gruppo di miracolati e i loro "eletti" non sono nient’altro che la quinta colonna della sinistra "antagonista"….

  8. Non so chi sia Adriano Nitto, ma scrivere al posto di un parlamentare su un social network come se lo scrivesse il parlamentare è a mio avviso delirante. Che obbligo e che vantaggio c’è a farsi aggiornare una pagina su Facebook da altri ? Che fiducia bisogna avere ed accordare ad uno che può scrivere e parlare in nome e conto di un altro, per giunta un senatore che durante l’attività parlamentare rappresenta la Nazione, non se stesso ? Temo che alcuni strumenti di comunicazione abbiano ormai assunto un ruolo tanto eccessivo quanto pericoloso, nonchè troppo spesso fuorviante.

  9. pensavo che con bossi e calderoli si fosse toccato il fondo, quanto a volgarita’ e cattivo gusto, invece in confronto a questo signore, o al suo portaborse (eh, si, anche i 5stelle hanno i portaborse) i leghisti sembrano socialdemocratici svedesi…

  10. Indagine su un conto corrente di Bersani
    L’ex segretario Pd: «Contributi elettorali»
    Aliment ato con diversi per una complessivi di 450mila euro

  11. " Chi scrive ora, come già accaduto in altre occasioni, è il collaboratore di Vito Crimi, che aggiorna la sua pagina quando Vito non è in condizione di poterlo fare "….cioe’ quando dorme , in pratica quasi sempre ahahah

  12. Tanto per essere chiari , attualmente è in corso un’indagine contro la segretaria personale del sig.Bersani, sig.ra Zoia Veronesi , accusata di truffa della regiona Emilia Romagna….La cara compagna era assunta c/o la Regione come funzionaria con 140 mila euro di stipendio più vari benefit ma, di fatto ,lavorava a Roma come segretaria del compagno "smacchiatore". Inoltre il compagno Penati, già sindaco di Sesto San Giovanni,già pres. della prov. di Milano, già candidato del centrosinistra presidente alla regione Lombardia nel 2010 è stato nominato nel 2009 CAPO della segreteria politica del sig. Bersani (allora segr. del PD).Rinviato a giudizio usufruisce della prescrizione e, dopo avere annunciato urbi et orbi che avrebbe rinunciato alla prescrizione l’accetta bellamente. E le vergini in prima fila , ovvero i compagni eigli amici moralisti zitti!!!!Scommettiam o che qualcuno perderà tempo per il rinvio a giudizio della sig.ta Zoia????
    Ad maiora.
    Come diceva il saggio : la giustizia con i nemici si applica, con gli amici si interpreta…

  13. rob., come molti maldestri, usa una logica perversa: se l’imputato é di destra e viene condannato vuol dire che é perseguitato, se viene assolto é la dimostrazione che é stato perseguitato ingiustamente. Invece se l’imputato é di sinistra e viene condannato vuol dire che é colpevole, se viene assolto invece é protetto dai magistrati. Lasciamo fare ai giudici il loro lavoro e che le sentenze si applichino senza commenti.

  14. Ma cosa mi tocca leggere???…elettor i del centro sinistra che accusano Crimi di aver scritto ironicamente su Berlusconi? Ma allora è vero! Ma allora Di Battista aveva ragione! Ci siamo sbagliati…non è vero che il pd e il pdl sono uguali. Il pd è molto peggio…come i suoi elettori evidentemente

RISPONDI