Vilipendio al Presidente della Repubblica, Oscar Lancini rischia il processo

0

Vilipendio dei confronti del capo dello Stato, accusa punibile con una condanna da uno a cinque anni. E’ questo quanto rischia il sindaco di Adro, Oscar Lancini, in seguito alla lettera spedita a Giorgio Napolitano per chiedergli le scuse ai suoi concittadini dopo la concessione del cavalierato della repubblica all’altro Lancini, Silvano, colui che si fece carico delle spese della mensa per coloro che non l’avevano pagata nei mesi precedenti, facendo rimanere senza pasto gli alunni in mensa.

Ieri si è svolta l’udienza preliminare, che sarà aggiornata l’11 ottobre. Ancora oggi Oscar Lancini non ritratta quanto scritto nella lettera a Napolitano, e non si pente delle parole usate, a suo modo di vedere rispettose nei confronti del capo dello stato, nel pieno esercizio del diritto di parola.

Ecco alcuni stralci della lerttera: «Con riferimento all’onorificenza da Lei conferita al mio concittadino Silvano Lancini di Torbiato, frazione di Adro, piccolo paese nel cuore della Franciacorta, vorrei comunicarLe il mio punto di vista: le onorificenze, nella fattispecie quella di Cavaliere della Repubblica, quando consegnate a cani e porci fanno divenire ingiustamente porci o cani anche quelli che veramente le hanno meritate. Ebbene, egregio Presidente, l’onorificenza premia una persona che ha sfruttato la situazione per fini personali, una persona ricca che ha regalato dei soldi a chi non voleva pagare: nella stessa lettera pubblica del "benefattore" vi è infatti un passaggio in cui egli stesso sostiene che "quando i genitori potranno pagare, i soldi verranno versati in modo normale, se non potranno o vorranno pagare, il costo della mensa residuo resterà a mio totale carico». E ancora: «Egregio Presidente, ma come si permette?! L’onorificenza ha avvalorato le offese scritte dal signor Lancini Silvano! Conferire il titolo di Cavaliere della Repubblica a tal "signore" che con la complicità dei media ha dipinto la mia comunità come egoista e razzista, mi permetta, è stato un gesto sconsiderato».
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. …..mi permetta,è stato un gesto sconsiderato….meri ta di far spendere soldi pubblici per iniziare un procedimento giudiziario con un PM, un GUP, dipendenti ministeriali, ecc ??? In caso di non luogo a procedere (probabile) chi rinfonderà le spese sostenute?

  2. In Italia si possono offendere e criticare TUTTI,ma NON il presidente della repubblica. Manco fosse Dio in terra (e per fortuna non lo è…).

  3. Lancini e la sua amministrazione sono stati processati e quasi sempre condannati a pagare i danni. Naturalmente non con i suoi soldi ma quelli dei sui concittadini. Lui dice e fa ma i danni li pagano gli altri. QUesta volta forse paga lui. Speriamo.

  4. Egoismo, razzismo, individualismo sono dei must nell’era in cui viviamo. Aspettiamo con ansia la deflagrazione finale dopo l’azzeramento di qualsiasi tipo di etica: individuale, sociale, comunitaria. In linea con la rinuncia allo stato di diritto e la priorità nel perseguimento del bene comune. Avanti così.

  5. L’etica quale sarebbe? Evaporare ed estinguersi di fronte all’invasione degli immigrati destinando a loro tutto il poco welfare che c’è rimasto? Se è così stiamo diventando il paese più etico del mondo….

  6. La lega bergamasca propone che i figli degli immigrati possano frequentare le scuole a patto che conoscano bene l\’italiano. Ma siamo proprio così certi che i figli dei leghisti conoscano, parlino, scrivano e leggano correttamente l\’italiano anche ad alta voce ? Ho seri dubbi !

  7. Io sono sicuro che tu non manderesti i tuoi figli a scuola in classi piene di bambini africani o pakistani che a 12 anni non sanno ancora leggere e scrivere in italiano.Tutto il resto è ridicola propaganda.

  8. quasi tutti i bambini stranieri parlano benissimo l’italiano e quelli che sono appena arrivati lo imparano velocemente proprio stando a contatto con i loro compagni e frequentando corsi pomeridiani. Fare classi separate, dove mettere insieme indiani, marocchini, ucraini, rumeni etc é un’idea stupida e improponibile, perché un indiano non imparerà l’italiano dal marocchino. Ma ai leghisti pare una buona idea perché non ragionano. Bisognerebbe fare classi speciali per i leghisti: lezioni di logica, ma sarà dura….

  9. Si si certo…..io ho sperimentato di persona con i figli cosa significa una classe con anche solo 7-8 bambini stranieri: caos,maleducazione e ritardi apocalittici nei programmi.Le belle parole e i buoni sentimenti non cambiano la dura realtà!

  10. E cos’hai fatto in proposito? Ti sei dato da fare perché la scuola dei tuoi figli funzionasse meglio, avesse attrezzature e personale docente sufficiente in numero e preparazione anche ad affrontare e risolvere le problematiche derivanti dalla presenza di alunni non italiani o ti sei limitato a maledire l’esistenza degli "stranieri"?

  11. Il 50 per cento degli italiani non è più in grado di leggere correttamente neppure per un breve periodo di tempo.( dati statistici e sperimentati )

LEAVE A REPLY