Il ruggito della Leonessa stende l’Orlandina: prima vittoria della Centrale

0

E’ un esordio amaro quello dell’Orlandina di Gianmarco Pozzecco, che nel primo impegno di campionato soccombe alla Centrale del Latte Brescia. Un match che ha decretato la vincente solo al termine di un finale di gara rocambolesco.  Decimato dalle assenze (Basile out, Nicevic alle prese con problemi per l’ottenimento del visto e Wright non ancora tesserato per problemi fisici), Pozzecco è costretto a schierare sin dal 1’ il classe ’95 Tommaso Laquintana, affiancato da Portannese, Soragna, Archie e Benevelli, mentre Martelossi risponde con il giovane Procacci in regia, Fultz in guardia, Loschi e Slay in ala e Rinaldi come centro.

Il primo canestro arriva dopo un minuto di gioco e porta la firma di Archie, che replica poco dopo con un tiro da oltre l’arco. Brescia risponde con un ottimo Rinaldi (chiuderà a 8 punti e 5 rimbalzi nel primo quarto) e Capo d’Orlando, dopo essersi portata a +5 con Benevelli e Portannese, chiude il primo parziale sotto di due lunghezze. La Leonessa prova la fuga ad inizio secondo quarto e da una schiacciata a due mani di Giddens imbastiscono un parziale di 10-3 che fissa il primo tempo sul 44-36. Le due squadre rimangono a 10 lunghezze di distacco per quasi metà terzo periodo, fino alla furiosa rimonta dell’Orlandina che, motivata dal suo coach, serra le fila in difesa e cresce d’intensità in attacco: il risultato è un 59-60 a 10’ dal termine per Capo d’Orlando.   

Brescia costruisce subito un parziale di 7-0 con Slay e Fultz, ma Capo reagisce d’orgoglio e si riporta sotto grazie a un pazzesco Dominique Archie: la partita rimane in bilico fino agli ultimi istanti e Capo avrebbe addirittura la possibilità di vincere o arrivare a un supplementare, ma ogni speranza si infrange sul ferro.

Comments

comments

LEAVE A REPLY