European Outdoor Film Tour 2013: tappa bresciana il 30 ottobre con SportLand

0
Bsnews whatsapp

L’European Outdoor Film Tour (E.O.F.T.) è l’evento cinematografico più rinomato tra la comuni­tà outdoor europea. Giunto alla tredicesima edizione, anche quest’anno mostrerà i film di sport e avventura più entusiasmanti del 2013.

Il tour prenderà il via il 12 ottobre in Germania per poi proseguire con oltre 200 eventi in nove nazioni europee. Sportland sarà il partner ufficiale della tappa bresciana che si terrà presso l’Auditorium Balestrie­ri il 30 Ottobre alle 20:30. Presso i punti vendita di S.Eufemia e Pisogne è già possibile acquistare i biglietti in prevendita, un’occasione unica per garantirsi la visione dei migliori film outdoor della stagione. Ad entusiasmare il pubblico ci penseranno i protagonisti degli otto film in programma, perso­naggi all’apparenza molto diversi, con un’ossessione comune: ottenere l’irraggiungibile…

Di seguito un breve riassunto delle proiezioni in programma.

WIDE BOYZ

Tom Randall e Pete Whittaker stabiliscono nuovi record nell’arrampicata off-width. Si sono por­tati a casa Century Crack, la fessura off-width più dura di Moab (Utah) dopo solo due giorni di tentativi. Che questi due anglosassoni si prendano tutto il merito non va giù tanto facilmente ai locals americani. Così semplice all’apparenza, la loro arrampicata è, in realtà, il frutto di una pre­parazione durissima, fatta nella cantina di Tom, che ha ricreato una replica perfetta della fessura. Un impegno che paga, quando si effettua la prima salita della fessura dopo averla già provata 42 volte…

THE ROAD FROM KARAKOL

Kyle Dempster è seduto, immobile. Nel bel mezzo di un’avventura. Karakol, punto di arrivo del suo road trip a due ruote. L’alpinista e avventuriero americano si è lasciato alle spalle le strade asfaltate e le vie sterrate da lungo tempo. Durante il suo viaggio verso le cime ancora inviolate del Kyrgyzstan, non ha visto un’anima. Dopo un incontro poco piacevole con la polizia locale e l’attraversamento di molti fiumi impetuosi, a causa dei quali la sua attrezzatura non è andata per­sa per il rotto della cuffia, a Kyle non resta che andare avanti. Anche se quello che sta seguendo è un presentimento e non una strada vera e propria.

NORTH OF THE SUN

Inge Wegge e Jørn Nyseth Ranum sono alla ricerca dell’onda perfetta. Ma per ottenerla devono accettare di congelarsi. I due surfisti norvegesi decidono, comunque, di trascorrere un inverno su una baia al circolo polare artico. Nove mesi dentro a una capanna che si sono costruiti da soli con i relitti portati a riva. L’oceano porta gratis la legna per il fuoco – ma anche tantissimi rifiuti di plastica. Se non vogliono che il loro paradiso diventi una discarica, a Inge e Jørn non resta altro che pulire la spiaggia dai rifiuti.

SUPERVENTION

Freeride di alto livello insieme alle star internazionali dello sci e dello snowboard. Filmato in Nor­vegia, Alaska e Nuova Zelanda.

NOT BAD

Stragi di cocomeri, battaglie con anguille e pedali roventi: per un mese, Cam McCaul, Brett Rhee­der e i loro compagni si sono stabiliti in una villa a Queenstown in Nuova Zelanda, per passare giorni intensi, completamente dedicati alle loro mountain bike.

Trenta giorni in cui i sette compari sfrecciano a tutta velocità lungo i fiordi neozelandesi, inse­guono greggi di pecore per i pascoli con le loro ruote e scorazzano per i campi. Una vera e pro­pria tabula rasa ai confini del mondo – niente male!CASCADA

Nessun amante del kayak può resistere alla giungla messicana con le sue gole e cascate dall’ac­qua impetuosa. Nemmeno la pioggia incessante e i terribili insetti possono distrarre da questo fascino, soprattutto quando il viaggio si trasforma in una prova di forza, per tutto l’equipaggio e anche per l’attrezzatura.

SOUND OF THE VOID

Sébastien de Sainte Marie si sente più sicuro sulle montagne che in auto o in aereo. E questo nonostante lo sciatore estremo svizzero scelga pareti così ripide e difficili, che non affronta quasi nessuno. Ad esempio la parete di 55 º della nord del Gspaltenhorn, un luogo dove il mi­nimo errore può essere fatale.

THE BEGINNING

L’acqua si crea una propria strada, come ci mostra il team di deap canyoning. Si buttano a capofitto in innumerevoli torrenti e pozze d’acqua, sapendo che il divertimento del saltare in questi ruscelli è più alto, tanto più estreme sono le loro acrobazie. I tuffi dalla piattaforma sono ormai sorpassati: il canyoning è un must per tutti gli appassionati adrenalinici di sport alpini e acquatici. Anche se a volte i pantaloni si possono ridurre a brandelli.

PETIT BUS ROUGE

Sono gli „enfants terribles“ del B.A.S.E. Jumping internazionale. Prima di saltare, infatti, si met­tono le scarpe da clown, s’infilano una parrucca e via! Senza prendere la cosa troppo sul serio.

Con salti acrobatici vertiginosi e numeri spericolati ad altezze impressionanti, la troupe del Petit Bus Rouge ci mostra che si può affrontare la forte adrenalina anche con senso dell’umo­rismo. Questi artisti dell’outdoor hanno fatto il giro d’Europa con il loro pulmino rosso fuoco, mettendo highline sull’Atomium a Bruxelles, saltando da autobus in corsa e facendo B.A.S.E. Jump dal parapendio al quale sono attaccati.

Informazioni utili:

Dove: Auditorium Balestrieri, Via Balestrieri, 6 , 25124 Brescia.

Quando: 30 Ottobre 2013 ore 20.30

Biglietti: Prevendita 12€, Serale 14€

Prevendita presso:

Sportland S.Eufemia (V.le S.Eufemia 108/F, Brescia) e Sportland Pisogne (C/C Italmark, Via della Repubblica, 1, Pisogne).

Biglietteria on line: www.eoft.eu/it

Ulteriori informazioni:

www.eoft.eu/it

www.sportlandweb.it

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI