Brescia, i renziani “dissidenti” appoggiano Pietro Bisinella a Segretario provinciale

11

Si è tenuta ieri a Conferenza stampa di un gruppo di dirigenti bresciani del PD che fin da subito hanno sostenuto la candidatura di Matteo Renzi e in questa fase congressuale hanno deciso di sostenere la candidatura di Pietro Bisinella a Segretario provinciale. “Ci troviamo di fronte ad un Congresso provinciale e come sostenitori di Matteo Renzi rimarchiamo il fatto che l’area Renzi a Brescia non è prerogativa assoluta di nessuna candidatura ma che anzi il suo respiro è molto più ampio di quanto possa essere percepito. Abbiamo stima di tutti i candidati ma convintamente sosteniamo Pietro Bisinella. In questi anni ha rimesso in piedi un partito dalle macerie; Anche grazie al suo contributo si sono riconquistati numerosi comuni della provincia e anche la città capoluogo. Siamo la provincia lombarda con più tesserati di tutta la Lombardia. Siamo la provincia che ha espresso i candidati più preferenziati  nelle recenti elezioni regionali. Pietro Bisinella, ha dimostrato in questi anni, di seguire le indicazioni dei territori dimostrando autonomia rispetto alle imposizioni verticistiche.” Con queste parole Nicola Fiorin – Vice Sindaco di Bovezzo – ha introdotto l’incontro. “Abbiamo lavorato per unire le forze innovatrici fino all’altro giorno, continueremo a farlo anche in futuro.” Per Valter Mucchetti – Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Brescia: “Nella Democrazia la dialettica e il confronto sono sempre salutari, Pietro Bisinella in questi anni ha dimostrato capacità di sintesi e confronto, dimostrandosi autonomo e di grande supporto al lavoro svolto dal Segretario cittadino Giorgo De Martin per riconquistare la città capoluogo”. “Abbiamo rispetto per tutti i tre candidati e siamo consci del fatto che dopo il 27 ottobre un’altra partita vedrà i sostenitori di Matteo Renzi uniti nel sostenerlo nella battaglia del congresso nazionale” – ha concluso Rocco Vergani della città.

Fra gli altri sono intervenuti alla conferenza stampa: Matteo Mirto e Ferdinanda Busi di Montichiari, Matteo Pari Assessore di  Pralboino e coord. di zona bassa bresciana , Michele Zanardi Assessore di Villanuova e Coord. di zona Valle Sabbia, Nicola Fiorin Vice Sindaco di Bovezzo, Alessandro Duina, Coordinamento Regionale Regole in rapp.nza dei comitati Renzi,  Fabrizio Bosio Assessore di Manerbio e Marco Olivetti Capogruppo Manerbio, Laura Sandonà Consigliere Comunale di Brescia, Valter Muchetti Assessore Comune di Brescia, Rocco Vergani Comitati Renzi città, Pietro Ghetti Resp. Formazione Pd, Filippo Ferrari Comitati Renzi Bassa Resp. Agricolutra PD, Nicola Del Bono Pres. Direzione Giovani Demcoratici, Barbara Bonetti Circolo di Leno, Sergio Penocchio Pd Ghedi, Andrea Nonfarmale Assessore Comune Manerba d/g, Antonio Molinari e Alessio Bondioni Resp. Comitati Renzi Vallecamonica.   

Comments

comments

11 COMMENTS

  1. Questi non sono "I Renziani", sono solo una minoranza dei renziani bresciani, che, invece, in grande maggioranza, come deciso nei numerosi incontri delle scorse settimane, sostengono il loro coordinatore provinciale Antonio Vivenzi.

  2. E’ vero, il termine "renziani" e’ già un po’ vecchio, alle prossime primarie speriamo che tutto il PD sia con Matteo, poi tanti hanno fatto un’altra bella scelta che è quella di Antonio Vivenzi e che mi auguro abbia anche lui un bel successo

  3. E’ vero, il termine "renziani" e’ già un po’ vecchio, alle prossime primarie speriamo che tutto il PD sia con Matteo, poi tanti hanno fatto un’altra bella scelta che è quella di Antonio Vivenzi e che mi auguro abbia anche lui un bel successo

  4. Più semplicemente: un gruppo di simpatizzanti di Renzi, molti dei quali vicini a Gianni Girelli (che a febbraio alle Primarie sostenne Bersani, come Bisinella) ha deciso di sostenere Bisinella. Tutto legittimo: ma i Renziani di Brescia sostengono Antonio Vivenzi.

  5. Ho votato anche io Bersani ed ora che devo fare per sostenere Renzi, cospargermi la testa di cenere e votare per forza Vivenzi? Voterò Orlando o Bisinella e poi Renzi alle nazionali, senza chiedere il permesso a nessuno, nuovi e vecchi capi bastone.

  6. Più che un semplificatore, direi che sei un sempliciotto: le persone presenti alla conferenza per Bisinella sono fra i costituenti di Brescia per Renzi, tanto quanto Antonio Vivenzi, nel quale evidentemente – forse perché lo hanno visto all’opera – non vedono un candidato idoneo. Il risultato è, sempliciotto caro, che la componente renziana non ha affatto un candidato ufficiale, e il tentativo di Vivenzi di auto rilasciarsi tale patentino è quanto di più squallido si possa vedere. Squallido quasi quanto Orlando quando dichiara di essere sostenuto dai lettiani…

  7. Più che un semplificatore, direi che sei un sempliciotto: le persone presenti alla conferenza per Bisinella sono fra i costituenti di Brescia per Renzi, tanto quanto Antonio Vivenzi, nel quale evidentemente – forse perché lo hanno visto all’opera – non vedono un candidato idoneo. Il risultato è, sempliciotto caro, che la componente renziana non ha affatto un candidato ufficiale, e il tentativo di Vivenzi di auto rilasciarsi tale patentino è quanto di più squallido si possa vedere. Squallido quasi quanto Orlando quando dichiara di essere sostenuto dai lettiani…

  8. Anche le pietre sanno che Renzi sarà il prossimo segretario del Partito Democratico nonchè il candidato del centrosinistra alla prossima tornata elettorale politica. Buona fortuna, perchè in quale direzione politica stia andando l’ambizioso, sanguigno giovanotto fiorentino non è dato sapere.
    Come peraltro non si sa ancora di cosa abbia parlato con Berlusconi nellla sua visita pastorale ad Arcore di un paio di anni fa. Un via di mezzo tra un segreto militare ed un segreto di Stato…

  9. Renzi è il nuovo totem? Fino al " contrordine, compagni!". Con una precisazione: un tempo era segno di fedeltà alla linea, oggi è per calcolo di convenienza. Tutti sul carro del (presunto) vincitore. Un nuovo condottiero di una nuova "gioiosa macchina da guerra"?

  10. Ragazzi non c’è nessun problema statevene a casa, non dovete votare Renzi per forza. A chi parla di linea e programmi direi che gli "smacchiatori di giaguari" li abbiamo già provati…e tanta gente "comune" non li può vedere.
    A chi parla male di Vivenzi: probabilmente preferisce le liturgie bulgare o chi spara balle sul "grande aiuto dato ai comuni per vincere" e ai circoli; perchè non parlate della guerra tra correnti da cui derivano le 2 candidature "bersaniane"? Vivenzi E’ la candidatura renziana che da un po’ di ossigeno a questo congresso…altrimen ti cosa avremmo visto? 2 correnti, del correntone, che si sfidavano?

LEAVE A REPLY