Clusane e Rodengo, due rapine con spari. E’ la stessa arma? Le indagini ai Ris

0
Bsnews whatsapp

Due rapine nel giro di pochi giorni, due colpi di pistola sparati per intimidire i negozianti che cercavano di fermare i malviventi. I due proiettili sono gli stessi, calibro 7.65, e forse anche la pistola. E’ questa l’ipotesi alla quale stanno lavorando i carabinieri, coadiuvati nelle indagini balistiche dai Ris di Parma. 

Mentre verranno effettuate le analisi sui proiettili recuperati a Clusane di Iseo, all’interno del negozio di parrucchiere rapinato il 4 ottobre, e a Rodengo Saiano, all’interno della tabaccheria presa d’assalto sabato (leggi la notizia), i carabinieri delle stazioni di Chiari e Gardone Val Trompia, impegnati nelle indagini, guarderanno le riprese effettuate dalle telecamere cercando di capire se gli uomini entrati nei negozi, indossando un casco per coprire il volto, in realtà siano la stessa persona. Nel pomeriggio di oggi presso il comando provinciale dei carabinieri si terrà un incontro proprio per fare il punto sulla situazione.

Nel frattempo tra Franciacorta e Sebino si intensificano i controlli per cercare di trovare indizi utili alle indagini. Un altro elemento che accomuna le due rapine è la spregiudicatezza dei malviventi, che non erano muniti di pistola giocattolo ma di arma vera, che non hanno esitato ad utilizzare.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Sarebbe utile nell’era dell’informatica diffondere le immagini delle telecamere di sorveglianza su internet, invece di coprirle con il segreto d’ufficio. Infatti tante persone come me riconoscono i soggetti dal portamento la camminatura, potrebbero fornire utili informazioni per le indagini ed acciuffare questi pericolosi delinquenti che minano la nostra reale e palpabile tranquillità sociale.

RISPONDI