Caffaro, Del Bono avverte: mancano i fondi, abbiamo bisogno di aiuto

0
Bsnews whatsapp

Durante il convegno «Puliamo l’Italia» organizzato dalla Fondazione Micheletti all’auditorium di Santa Giulia (ancora in corso) il sindaco Del Bono lancia un allarme «Brescia è un caso italiano, è un caso europeo: abbiamo bisogno di aiuto, perché i 10 milioni circa a disposizione sono una goccia nell’acqua».  L’occasione che ha visto la presenza di studenti e ospiti da tutta Italia, in rappresentanza del lungo elenco di siti, è stata sfruttata dal sindaco per ribadire che è bisogna ricorrere a fondi nazionali ed europei, ma anche al coinvolgimento delle aziende interessatee.  Come riporta il Bresciaoggi duri i toni di Walter Ganapini dell’Agenzia europea dell’Ambiente «Abbiamo avuto il ruolo di raffineria d’Europa – ha esordito -: avremmo dovuto essere particolarmente attenti, invece siamo i più arretrati». le accuse sono rivolte anche a quelle società «che sapevano quali veleni stavano scaricando». A ribadire la gravità è Valerio Gennaro dell’Istituto dei tumori di Genova che ha sottolineato come l’allarme su Brescia sia grave: dal 2001 al 2006 (anno dell’ultimo rapporto Asl) l’incidenza delle vittime di cancro è salita del 7 percento. Roberto Ferrigno di Greenpeace ha ribadito che i fondi ci sono: «Abbiamo  10 miliardi Ue da consumare nel 2013. Si potrebbe iniziare da subito a porre mano alle bonifiche».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Gli amministratori cittadini dei decenni passati non hanno alcuna responsabilità? La priorità bresciana era la bonifica dei siti inquinati o la costruzione di una metropolitana che è una voragine mangiasoldi?
    Ma in consiglio comunale, in precedenza, non c’erano anche i Verdi? che ci stavano a fare?

  2. il sindaco del bono non dava, quando era all’oppisizione, dell’incapace alla vecchia amministazione perchè non riusciva a reperire i soldi necessari? non ha fatto tutta la campagna elettorale affermando che lui avrebbe recuperato il denaro necessario? non ha affermato che con lui il problema sarebbe stato risolto ed avviata la bonifica, non la posa di cartelli, entro un anno? ora si scopre che è difficile, se non impossibile. Ma quando il problema è scoppiato 12 anni fa ed il sindaco era Corsini e lui era parlamentare del PD, o come cavolo si chiamavano all’ora, perchè hanno fatto finta di niente. Perchè i soldi non sono stati dirottati sulla bonifica invece che sulla metropolitana dalla giunta Corsini-onorevole del Bono? a queste domanda mi piacerebbe avere risposta. Perchè morire avvelenati è cosa assai più grave che circolare un pò più lentamente in pulmino invece che in metro.

  3. e allora cosa prometti bonifiche immediate?? è dal giorno stesso in cui sei diventato sindaco che lo dici….dove è il tuo amico Letta?

  4. Ahi, ahi, ahi, il signor Del Bono era quello dell’ "adesso si cambia". Ma cos è cambiato???Nulla .Dire di cambiare tutto per NON cambiare niente. No anzi, qualcosa è cambiato: Brescia è sempre più degradata……….. …..

  5. inutile piangere sul latte versato , gia’ si sapeva l’andazzo che avrebbero preso sinistra , estrema sinistra e la CGIL una volta insediatisi in Loggia , hanno vinto con la minoranza dei voti ma gli elettori di destra sono rimasti a casa e per colpa di chi non e’ andato a votare dovremo sorbirci noi tutti aumenti di tasse , voto e case agli immigrati e quant’altro , hai voglia di quanti danni potranno fare.

  6. Perchè, invece di spendere 5.000 euro (cinquemila) per un convegno inutile, questi soldi non si sono spesi per incaricare qualcuno di studiare bene il modo di avere i contributi europei, per poi presentare i progetti ????

  7. sta bene a tutti i benpensanti che gli hanno dato fiducia a lui e alla sua socia Castelletti tanti proclami noi sistemiamo noi bonifichiamo noi di qua noi di la questo prima delle elezioni …dopo oppssss abbiamo dimenticato un dettaglio… mancano i fondi !!! ma il signor del Bono nn aveva una minima idea di cosa potesse costare una bonifica che copra un comune come Brescia??? e non sapeva che il comune si era già indebitato con la metro voluta dal suo compare di merende Corsini?? sperava nell aiuto di chi del governo?? ma nn sapeva che il governo sta raschiando il fondo del barile perche manco pure lui nn ha piu un euro?? QUESTA QUI E’ GENTE CHE VENDE FUFFA !! parla promette per prendere voti ma poi fatti pochi …anzi per ora zero !!! ricordatevelo alle prossime elezioni Del Bono & castelletti !!!

  8. se circa la metà degli aventi diritto non ha votato e al ballottaggio il sig. del bono ha vinto con poco più del 50% delle preferenze vuol dire che questo sindaco è voluto da circa un quarto di brescia.
    però adesso lamentarsi non serve a molto… ce lo dobbiamo sorbire per 5 anni e siamo solo a pochi mesi di mandato.
    in bocca al lupo sig. del bono, lo spero per la mia città e per la ns salute, che è la cosa più importante.
    spero che riesca a portare a termine tutte le promesse (al vento) che ha fatto a chi l’ha votata e a chi deve sorbirla.
    fare propaganda cavalcando la paura della gente è meschino.. sopratutto se dopo solo qualche mese ammette che tutto quello che ha detto in campagna elettorale erano puttanate. puttanate che probabilmente sapeva già da prima che non era in grado di mantenere.
    queste balle si commentano da sole.

  9. Ma sì, continuate ad andare a votare in numero sempre più decrescente, quelli che si sono spartiti gli affari e non hanno gestito i non affari economici, su tutto la salvaguardia dell’ambiente e della salute. Non volete cambiare e allora ve li tenete i vari Corsini, i Paroli, i Rolfi, Le Castelletti e i Del Bono. E non lamentatevi, state zitti e chiudetevi in casa.

  10. il discorso sull’ambiente è triste quanto il risultato del trapianto di cervello a cui sei stato protagonista. Come fai a dire così tante stupidaggini in un post di 3 righe? Per Del Bono meno chiacchiere e più fatti, qui si crepa. X Inutile, ti faccio presente che prima avevamo Labolani (quante opere, lo ringrazio ancora), il sindaco inesistente Paroli, Arcai e dico Arcai alla cultura!!!! peggio è difficile fare, staremo a vedere se questi si impegneranno a tal punto da superarli.

  11. ”A cui sei stato protagonista?” Prima di comporre i ”pensierini” si devono imparare le regole basilari di scrittura. Fai un ripasso rapido delle elementari. Poi,evita comunque di scrivere sia per l’inconsistenza di ciò che dici, che per come lo dici. non si offende.

RISPONDI