Infrastrutture, l’autostrada della Valtrompia si farà

5
Bsnews whatsapp

Ci sono problemi ambientali, amministrativi, finanziari e legati ai tanti espropri da concordare, ma l’autostrada della Valtrompia si farà. L’ennesima rassicurazione arriva direttamente da Roma, dalla Camera dei Deputati, per voce del Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D’Angelis, che ha risposto a una precisa interrogazione dell’onorevole Paolo Grimoldi, leghista eletto nella circoscrizione Lombardia 1.

La risposta completa del Sottosegretario D’Angelis è riportata stamane sulle colonne di Bresciaoggi: «Il ministero delle Infrastrutture e trasporti segue con attenzione l’evolversi della vicenda dell’Autostrada della Valtrompia; alla luce degli impegni presi e recentemente formalizzati da Anas e dalla società Serenissima, risulta chiara la volontà di arrivare nel più breve tempo possibile alla realizzazione dell´autostrada, a beneficio dei territori che la stessa andrà a servire e superando tutte le problematiche. Anas si è impegnata ad anticipare le risorse necessarie a coprire le spese relative agli espropri e alla rimozione delle interferenze al fine di poter procedere alla consegna delle aree all’impresa che svolgerà il lavoro».
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

5 COMMENTI

  1. Ora assisteremo al tipico atteggiamento per il quale ad opporsi allo scempio saranno in pochi (di solito definiti "estremisti" di sinistra), poi ci si accorgerà dell’inutilità dell’opera la cui realizzazione durerà anni e anni con relativi disagi, le spese (a carico dei contribuenti)aumente ranno esponenzialmente, con ogni probabilità si scopriranno mangerie di ogni tipo e, visti i precedenti della Bre.be.mi., non è da escludere che ci troveremo, oltre all’autostrada che passerà in piena città ed in una valle già devastata, anche un bel po’ di rifiuti tossici allegramente smaltiti sotto un nastro d’asfalto, tanto, con la Caffaro, stevm scarz a munnezz, direbbero a Napoli. Gli oppositori saranno comunque tacciati di essere retrogradi, contro la modernità, quando è ormai evidente che puntare sul trasporto privato e su gomma è quanto di più arretrato ed antieconomico (e l’economia non è solo questione di soldi) si possa fare. Ringrazieranno tangentari di varie sfumature, mafiosi e prenditori e i cittadini si lamenteranno, inutilmente, a cose fatte.

  2. Caro utente "Mario", sono d’accordo COMéLETAMENTE con te che il trasporto su gomma (delle merci presumo) sia arretrato ed antieconomico…. In Valle , purtroppo la ferrovia non c’è.C’era il tram (da BS a Tavernole) fino ai primi anni 50, poi qualcuno decise di togliere i binari…. Ma , quando si propongono treni etc c’è sempre qualcuno che non vuole far passare i binari nel suo orticello….

  3. C’è un vincolo finanziario di partenza per Serenissima collegato al rinnovo della concessione per l’autostrada Brescia-Padova, in assenza del quale sarà economicamente impossibile dare avvio alle opere che comportano un impegno stimato e già stanziato di circa 260 milioni di euro. Aldilà di ogni legittima opinione, diciamo che bisogna avere ulteriore pazienza.

RISPONDI