An vs Acquachiara: i pallanuotisti bresciani affrontano i partenopei

0
Bsnews whatsapp

Archiviate le vittorie nei primi due turni di campionato (15 a 11, in quel di Como, e 18 a 3, in casa con la Florentia), l’An Brescia si concentra sulla trasferta di Napoli, dove, sabato, alle 15, alla piscina Scandone, scenderà in acqua per affrontare la Carpisa Yamamay Acquachiara, insieme alla Canottieri e al Posillipo, una delle tre squadre partenopee impegnate quest’anno nel campionato di A1 maschile. E proprio mercoledì sera, l’Acquachiara ha sconfitto il Posillipo nel primo derby targato Napoli: 8 a 7 il risultato di un match che è stato ricco di emozioni, con l’Acquachiara a rincorrere i posillipini per tre tempi, e capace di ribaltare la situazione nel finale, grazie all’esperienza dell’organico e a una conseguente maggiore lucidità nei momenti topici. Come dato indicativo si può segnalare la doppia superiorità numerica sprecata, dal Posillipo, a 16 secondi dal termine.

Al di là della vittoria nella sfida stracittadina, l’Acquachiara, ormai da tempo, è una delle realtà più competitive della massima serie italiana: da quest’estate, poi, è guidata da Paolo De Crescenzo, tecnico che, sulla panchina del Posillipo, ha vinto qualcosa come nove scudetti, due Coppe Italia, due Coppe dei campioni, due Coppe delle coppe e una Supercoppa europea. Il gruppo vanta notevoli individualità come Stefano Luongo (arrivato in estate dal Recco), il goleador croato, Antonio Petkovic, il centroboa ucraino naturalizzato italiano, Sacha Sadovyy (già nel giro del Settebello), il difensore – campione del mondo a Shanghai 2011, argento alle Olimpiadi di Londra 2012 e quarto agli ultimi mondiali di Barcellona -, Amaurys Perez (ora anche sulla ribalta televisiva grazie alla trasmissione “Ballando con le stelle”), il difensore (figlio d’arte), Andrea Scotti Galletta.

Dunque, per l’An, una trasferta tutt’altro che agevole. A onor di cronaca, la partita si sarebbe dovuta svolgere domani sera per essere trasmessa, in diretta, su Raisport2, ma, per problemi di palinsesto Rai, è stata posticipata.

«Sarà il nostro primo impegno di un certo rilievo – dichiara il ds dell’An, Piero Borelli -, e son sicuro che sarà una partita tirata; soprattutto in casa, sono avversari molto pericolosi, l’anno scorso siamo finiti sotto di tre gol e poi siamo riusciti a recuperare, ma ce la siamo vista brutta. Per questa stagione si sono rinforzati e sono un gruppo di tutto rispetto: il portiere Kacic, se è in giornata, è veramente difficile da battere e i due stranieri, il confermato Petkovic e il nuovo innesto Draskovic, sono di ottimo valore. Come vero valore aggiunto, in panchina hanno un certo Paolo De Crescenzo, uno che, a livello di club, ha vinto tutto quello che c’era da vincere; sarà bello vedere il confronto tecnico-tattico tra lui e Bovo».

 

«Con l’Acquachiara – afferma Daniele Giorgi, centrovasca del team bresciano – sarà il primo vero test per valutare il nostro potenziale: Como e Florentia sono, sì, delle buone squadre, ma la prima, com’è normale che sia per una matricola, paga la mancanza di esperienza in un torneo difficile come l’A1, mentre la seconda deve fare i conti con una rosa notevolmente cambiata. E poi c’è da dire che, per i fiorentini, quella di sabato scorso è stata proprio una giornata no. Per queste ragioni, ritengo che, per noi, la partita di dopodomani sarà il primo importante banco di prova: già nelle passate stagioni, l’Acquachiara ha fatto vedere delle ottime cose, e quest’anno è accreditata per un campionato di alto livello. Hanno un allenatore che non ha certo bisogno di presentazioni e un gruppo con tanti elementi di qualità; inoltre, a loro favore gioca il fattore campo. Sarà dura ma, in ogni caso, abbiamo piena fiducia nei nostri mezzi e siamo preparati al meglio; faremo di tutto per imporci».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI