In 2.500 per ricordare i fratellini di Ono S. Pietro, e un oratorio a perenne memoria

0
Bsnews whatsapp

A tre mesi dalla tragedia che ha sconvolto non solo una famiglia, ma un’intera comunità, in 2.500 si sono raccolti attorno alla dei piccoli Andrea e Davide, i fratellini uccisi dal padre a Ono San Pietro lo scorso 16 luglio.

Tutto il paese, e molte persone dai comuni limitrofi, si è stretto attorno a Erica Patti durante la fiaccolata che ha toccato tutti i luoghi significativi nella breve vita di Andrea e Davide, il campetto da calcio, il piazzale della parrocchiale, la chiesetta di San Pietro, il cortile della scuola elementare. Al termine del percorso tutti si sono diretti alla tensostruttura montata per la celebrazione della messa per i due fratellini. Ad ascoltare le parole del parroco don Pierangelo c’erano anche il presidente della Comunità Montana Dino Mascherpa, l’assessore provinciale Mario Maisetti, il sindaco di Ono, Elena Broggi, accompagnato da alcuni colleghi della Valle. Ma soprattutto c’erano tante persone normali che hanno voluto semplicemente esprimere la loro vicinanza a Erica, che pochi giorni fa ha ringraziato pubblicamente quanti l’hanno aiutata e sostenuta nella tragedia che ha vissuto (leggi la notizia).

Durante la messa don Pierangelo ha voluto leggere brani tratti dal Piccolo Principe di Antoine Saint-Exupery, un bambino che cerca nelle stelle il significato vero della vita. Il parroco ha anche ricordato che a perenne memoria dei due fratellini, e di tutti quei bambini che muoiono troppo presto, si stanno raccogliendo i fondi per la costruzione di un oratorio. Per questo è stato aperto un conto corrente intestato alla Parrocchia S. Alessandro – Progetto oratorio – Iban IT 97 G 03244 55560 000000021809 c/c 21809 – Abi 03244 – Cab 55560, dove è possibile dare il proprio contributo, anche piccolo.
(a.c.) 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI