Manerbio, immobilizzato e malmenato 75enne da rapinatori

0

Hanno sfruttato il fatto che l’abitazione è isolata, lungo la strada per la Selva, al confine fra Manerbio e Offlaga, e che la persona che ci vive è anziana e vive da sola. E’ andata in scena alle 21:30 la rapina a un pensionato 75enne di Manerbio che ha vissuto un vero e proprio incubo rimanendo in balia di due, forse tre, rapinatori per mezz’ora.

Tutto è iniziato quando qualcuno si è presentato alla porta dell’abitazione di Gervasio Piacenza spacciandosi per carabiniere. La buona fede dell’anziano ha fatto sì che lui aprisse la porta, salvo poi la brutta sorpresa che si trattava di rapinatori. Persone giovani, atletiche, quasi certamente stranieri. Dopo aver immobilizzato l’uomo – che alla fine riporterà abrasioni sugli arti – hanno provato in tutti i modi, anche con percosse, a farsi dire dove fossero nascosti i soldi. Peccato però che in casa di contante non ce ne fosse. Dopo mezz’ora di tentativi i malviventi se ne sono andati, portandosi via il portafogli dell’uomo e alcuni preziosi. Un bottino misero. 

Riuscito a liberarsi, Gervasio ha chiamato i carabinieri e poi il 118. Sotto shock, il pensionato è stato portato in pronto soccorso non prima di raccontare cosa è successo ai militari.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ennesime risorse? Ai posteri l’ardua sentenza. Però mettere il nome e cognome del rapinato/sequestrato /percosso? Poi magari se arresteranno i furfanti si limiteranno alle iniziali? Poarì né…

  2. Mi piacerebbe sapere come viene determinata la nazionalità del rapinatore basandosi sulla sola testimonianza di una persona sotto shock. Ma per comodità giornalistica forse conviene sostenere l’ipotesi extracomunitaria, magnete per xenofobi et similia…

  3. Caro utente "Ahmed", purtroppo SPESSO sono cittadini stranieri che compioni rapine e furti nelle case degli italiani. I motivi che li spingono a compiere reati possono essere i più svariati.Visto che abbiamo già italiani che delinquono, è meglio NON avere anche gli stranieri.Mi sembra un concetto chiaro e limpido.Ma per Voi chi critica i "fratelli migranti" è un razzista brutto, cattivo e ignorante. Ad maiora.

  4. SPESSO caro Rob59 non sono "stranieri" qualsiasi ma SPESSO si tratta di zingari. Scrivere un generico "stranieri" è fuorviante. Per le rapine in casa, dati alla mano, trattasi quasi sempre di italiani nel caso di rapine importanti e di zingari per le rapine ai poveri cristi come il sottoscritto.

  5. ecche 2 pa@@e i buonisti , gia’ ancora leggendo il titolo si sapeva che erano stranieri tanto e’ solo questione di numeri prima o dopo rapineranno pure loro , chissa’ forse poi cambieranno idea anzi ideologia.

  6. italiani o stranieri o zingari.. chiunque siano i responsabili si dovrebero vergognare.. ma ogni giorno che passa si arriva sempre più in fondo. la violenza sembra un pane quotidiano e fa davvero paura

  7. classico comportamento delle bande dei paesi dell est che sfociano in rapine violente verso persone piu deboli come anziani o famiglie con figli piccoli sempre fatte in case isolate o ville !!! se hanno scritto quasi certamente straniere avranno avuto qualche motivo per scriverlo forse un accento dell est o forse come dice Ahmed cosa vuoi che sappia un vecchio italiano di 75 anni appena malmenato e rapinato probabilmente tra loro parlavano solo in un italiano corretto e lui che parla solo in dialetto perchè di paese l ha scambiata per un lingua straniera!!! caso risolto erano sicuramente italiani laureati, di buona famiglia e residenti nel centro di Brescia!!!

LEAVE A REPLY