Esondazione fiume Oglio, Bordonali(Lega) e Beccalossi (Pdl): la Regione in campo per ridurre i disagi

0

L’assessore alla Sicurezza e Protezione civile della Regione Lombardia Simona Bordonali ha effettuato oggi un sopralluogo in Valle Camonica, nella zona tra Malonno e Sonico, interessata dall’esondazione del fiume Oglio. L’esondazione ha portato acqua, massi e detriti sulla Statale 42, temporaneamente chiusa al traffico.

“Mi sono recata direttamente a Malonno per verificare l’entità dei danni e vedere da vicino le conseguenze. – ha dichiarato l’assessore Bordonali – L’intervento di emergenza è stato efficace, grazie ai sindaci e agli operatori di Protezione Civile che hanno limitato i danni alla chiusura della statale 42, ora riaperta a senso unico alternato. È chiaro che c’è la necessità di un intervento strutturale in Valle Camonica, un progetto su cui esiste un piano regionale già definito e avviato. Settimana prossima ci sarà un incontro tra Comuni, Provincia e Regione per ridefinire il cronoprogramma degli interventi anche in base a quanto accaduto stanotte. In questo momento la priorità è la messa in sicurezza del territorio di Malonno e Sonico, per evitare che ulteriori piogge possano causare altri danni”.

Ad occuparsi di quanto accaduto in Valcamonica è anche Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo: "Fin dalle prime ore del mattino ho seguito, grazie alle informazioni dell’assessore Bordonali e del personale dello Ster di Brescia, l’evoluzione della situazione. La tutela del territorio e le azioni di difesa idrogeologica sono al centro del programma di questa giunta. In particolare – prosegue Beccalossi – la zona interessata dall’esondazione fa già parte di una serie di opere volute da Regione Lombardia e realizzate dal nostro assessorato che, per il dissesto ‘Val Rabbia-fiume Oglio’ ha già stanziato complessivamente 833.000 euro. Inoltre siamo pronti, con un nuovo progetto preliminare, a porre in essere nuovi interventi". "Una volta superata l’emergenza – spiega Beccalossi – convocheremo, insieme all’assessore Bordonali, nella sede regionale di Brescia, una riunione operativa con i Comuni e le Comunità Montane, per fare un nuovo punto della situazione e individuare tutto ciò che è necessario per garantire assoluta sicurezza ai cittadini".

"Non bisogna mai dimenticare che la Val rabbia – conclude Viviana Beccalossi – non è nuova a questo genere di fenomeni, che anche nel recente passato, hanno avuto effetti più gravi di quello di oggi; i danni, tutto sommato contenuti, dell’evento odierno hanno sostanzialmente dimostrato la validità delle importanti opere di difesa che sono state recentemente realizzate e che proteggono il tracciato della strada statale 42 proprio nel delicatissimo punto della confluenza della Val rabbia nel fiume Oglio".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se seguite il tutto come l’anno scorso conviene che i cittadini oltre Sonico vendano la macchina e comprino un gommone!!!!!!!!

  2. In Vallecamonica lo sanno anche i sassi (che sono tanti!!) che si doveva intervenire per pulire l’alveo dell’Oglio dal materiale del "recente passato"E che non è stato fatto nonostante i ripetuti appelli anche dei sindaci camuni.E non è stato fatto per la semplice ragione che MANCANO I SOLDI.Perchè in Italia si fanno SCELTE POLITICHE che preferiscono indirizzare le poche risorse disponibili per non far pagare l’imu ai ricchi,comprare F35,buttare una quarantina di miliardi nel buco della tav di Val di Susa.E’ LA POLITICA BELLEZZE!!!! Quella degli sprechi e delle" maierie" e delle parole e promesse al vento.Di cui voi "onorevoli assessore" siete la lampante raffigurazione.Di cui la gente comune e,spero,il cittadino elettore comincia ad averne veramente piene le scatole.

  3. Mancavano i soldi……dai quotidiani di oggi si apprende,tanto per fare un esempio, che la regione Lombardia,con una delibera di luglio di quest’anno,ha aumentato gli stipendi dei dirigenti regionali per una spesa pari a un paio di milioni di euro .Quante opere di ripristino dell’alveo dell’Oglio si sarebbero potute fare con tutti quei soldi ? O questi,per lor signori,sono aumenti dovuti e improcrastinabili data l’assoluta fedeltà ai propri politici di riferimento di questi preziosissimi "teste d’uovo"!?!?!?

LEAVE A REPLY