Omessa denuncia: Beppe Scienza squalificato 6 mesi

0

Era a conoscenza della combine tra la sua società e gli avversari, ma non denunciò il fatto. La Commissione Disciplinare lo condanna a 6 mesi di squalifica durante i quali potrà continuare ad allenare la Feralpi Salò ma non a sedersi in panchina la domenica pomeriggio. 

Brutta tegola in casa Feralpi, che fino all’ultimo ha sperato in una assoluzione piena. Se già era stata espressa soddisfazione per la diminuzione della richiesta di pena da 3 anni a 6 mesi, la società sperava che tutto si risolvesse in maniera diversa. Fino al 23 aprile 2014 invece dovrà fare a meno del proprio mister, e si sa quanto sia importante per i giocatori ricevere i consigli direttamente da bordo campo.

Il fatto incriminato risale all’ultima giornata del campionato di Lega Pro, Seconda Divisione Girone "A", dell’anno 2009/2010. Scienza allora allenava il Legnano, il cui dirigente Giuseppe Padula aveva incontrato fuori da un casello autostradale il general manager del Rodengo, Massimo Frassi, allo scopo di aggiustare la partita: al Legnano serviva vincere per accedere ai play-off. La partita, in casa dei franciacortini, finì 5-1 per il Legnano. Scienza era a conoscenza dell’incontro tra le due società, ma non segnalò la combine.

Il suo avvocato ha annunciato il ricorso presso la Corte di appello federale e se necessario presso il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport del Coni. Nel frattempo la Feralpi ha garantito la sua fiducia al mister attraverso un comunicato: "FeralpiSalò S.r.l. esprime vicinanza al tecnico Giuseppe Scienza, dopo la sanzione di sei mesi di squalifica per omessa denuncia inflittagli dalla Commissione nazionale disciplinare Figc, a fronte dell’originale richiesta di 3 anni di squalifica per illecito sportivo, poi derubricata. La difesa di mister Scienza, curata dagli avvocati Cesare Di Cintio e Daniela Catini del foro di Bergamo, fanno sapere che depositeranno i motivi d’appello al Comunicato 028CDN al fine di ottenere completo proscioglimento dell’assistito, in quanto non ci sono i presupposti per la condanna inflitta. Sulla panchina verdeblù, già dalla prossima partita interna contro il Como, siederà il vice allenatore Lucio Brando."
(a.c.)

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY