Arriva l’accordo: palazzetto all’Eib e parco tecnologico in Fiera

0

Dovremo dire addio alla Fiera (e al passivo da 2,5 milioni di euro all’anno), ma in cambio la pallacanestro cittadina avrà un palazzetto da 5mila posti, un parco-tecnologico all’avanguardia e probabilmente anche il polo del design già battezzato "Do.it". Nell’incontro di ieri tra amministratori, Camera di Commercio, Immobiliare Fiera e Micromegas è stato trovato l’accordo di massima per la realizzazione delle tre strutture. Una svolta importante, strategica per il futuro della città che perde la sua fiera, mai decollata del tutto (a parte poche manifestazioni all’anno, come Exa e Brescia Casa) e anche la prospettiva, sbiadita da tempo, della cittadella dello sport a Buffalora.

In giornata il sindaco parteciperà al collegio camerale della Cciaa, dopodiché è possibile che emetta un comunicato stampa che dettaglierà i contorni della decisione presa ieri. Per ora è stato anticipato che i tempi di realizzazione delle tre strutture saranno "stretti". L’incognita maggiore è quella relativa al parco tecnologico che verrà creato dalla società romana Micromegas, il primo del genere in Italia.

Un po’ a sorpresa è tornato sul banco anche il progetto di "Do.it", che troverà spazio nella cascinetta fuori dal padiglione della fiera. Pardon, ex fiera.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ridicoli!!!Blaterano di Brescia come città d’affari, di turismo,etc…Il centro storico è una landa desolata.Hanno distrutto TUTTO. La fiera era , forse, l’ultima possibilità di salvezza per buona parte del terziario….Le fiere dell’eccellenza, come EXA, che portavano migliaia di persone nella nostra Brixia,dando lavoro ad altre decine si sposteranno altrove. Milano, Verona,Bergamo e finanche Bologna ringraziano!!!

  2. Concordo pienamente con il commento precedente. Una città come Brescia che ha fatto i diavoli a 4 per realizzare la BRE(scia)BE MI, che punta a tutt’oggi a realizzare l’autostrada (inutile) della Valtrompia rimane senza fiera? A Montichiari c’è una fiera settimana sì settimana no…. qui invece si è puntato tutto su EXA e pochissimo altro…. Mi sembra assurdo…. Evidentemente da vent’anni a questa parte la governance (politica ed economica) non è stata all’altezza delle tradizioni culturali ed imprenditoriali di questa area della provincia. Ben ci sta; è solo colpa di noi bresciani, i soliti provinciali….

LEAVE A REPLY