Sempre meno risorse, niente più straordinari per la Polizia Locale

0
Bsnews whatsapp

Una cura dimagrante non indifferente, accompagnata da un cambio di prospettiva, riassumibile in una maggiore importanza attribuita alla prevenzione rispetto alla semplice repressione. Questo il concetto che l’assessore Valter Muchetti ha espresso ieri alla commissione consiliare sicurezza.

Finiti i tempi di Rolfi, in Loggia è stato avvertito il cambio di mentalità nei rapporti con la Polizia Locale. A questo si deve aggiungere che le risorse non sono più quelle di un tempo. Da qui la decisione di cambiare la prospettiva. Muchetti: «La nostra Polizia Locale non è figlia di un Dio minore, non può essere considerata come elemento secondario, la comunità chiede tutela a chi porta una divisa, non è interessata a quale Corpo appartenga. I ragazzi vanno educati, la città ha bisogno di una rigenerazione civica, i vigili devono ricominciare a frequentare le scuole e a tenere lezioni di legalità». Dallo stesso assessore, le cui parole sono riportate sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane, anche l’anticipazione sul nuovo mezzo d’elezione per gli agenti, la bicicletta: «Dalla primavera prossima sarà gradualmente utilizzata, garantisce una miglior percezione di vicinanza, maggiore rispetto al pattugliamento eseguito in automobile».

Questione ore straordinarie: più che una decisione il capogruppo Pd in Loggia, Fabio Capra, parla di necessità di bilancio: gli agenti non potranno più farle. Ci si dovrà accontentare del lavoro ordinario, ma eccezionale per qualità, dei 253 agenti e dei 32 ufficiali.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Un ufficiale ogni otto vigili? Questo la dice lunga sui criteri di gestione del corpo dei vigili. Todos caballeros? Organigramma semplicemente grottesco. cosa hanno da insegnare i vigili nelle scuole che non possa fare un maestro o che non possano fare i genitori? Facciano la loro parte sulle strade, più che negli uffici.

  2. Il Comune dovrebbe riempire la Città di autovelox, telecamere ai semafori e di ogni altro strumento utile a svuotare i portafogli dei furbi e dei pericolosi incivili che corrono, che guidano col cellulare all\\\’orecchio ecc.ecc.

  3. si fa e si disfa. i vigili nelle scuole a insegnare la legalità? Forse a qualcuno è sfuggito che non sono i ragazzini da educare. Forse che si torna agli ambulanti Vu Cumprà sotto i portici? Via Milano dove bisogna stare attenti a passare chi la controlla? quando poi le prostitute arrivano fino a porta garibaldi, a chi ci rivolgiamo? credo che per l’ennesima volta per puro "odio" politico ci si rifiuta di vedere il problema. invece si sostiene che non vanno bene i vigili Rolfizzati. Una domanda ma noi cittadino cosa vogliamo? demagogia spicciola o soluzione dei problemi reali? Bege di partito o essere sicuri a casa nostra e per le nostre strade?

  4. come al solito si fa e si disfa. i vigili nelle scuole a insegnare la legalità? Forse a qualcuno è sfuggito che non sono i ragazzini da educare. Forse che si torna agli ambulanti Vu Cumprà sotto i portici? Via Milano dove bisogna stare attenti a passare chi la controlla? quando poi le prostitute arrivano fino a porta garibaldi, a chi ci rivolgiamo? credo che per l\’ennesima volta per puro "odio" politico ci si rifiuta di vedere il problema. invece si sostiene che non vanno bene i vigili Rolfizzati. Una domanda ma noi cittadino cosa vogliamo? demagogia spicciola o soluzione dei problemi reali? Bege di partito o essere sicuri a casa nostra e per le nostre strade?

  5. I vigili devono limitarsi a dare le multe ai bresciani veri e non dare fastidio ai nostri fratelli migranti che sono una risorsa per brescia….

  6. Se qualche alunno chiederà ai Vigili perché centinaia di persone possono totalmente bloccare la circolazione nelle vie della Movida senza che loro intervengano, cosa risponderanno i nostri? Che la legalità può essere sospesa?

  7. a Madrid ci sono 5000 vigili per 4.000.000 di abitanti (uno ogni 800 abitanti) e girando per la città li si incontra ad ogni piè sospinto, anche in tarda sera-notte. A Brescia ce ne sono 320 per 180.000 abitanti (uno ogni 565 abitanti) e non li trovi nemmeno con la caccia la tesoro. Pedalino, altro che andare ad insegnare. Alcuni, poi, dovrebbero andare a scuola, dai vigili madrileni, per imparare come ci si comporta con i cittadini.

  8. Ben vengano i vigili a controllare le strade, bisognerebbe metterne uno in ogni rotonda e multare tutti quelli che non usano le frecce, quando si esce dalla rotonda bisognerebbe segnalare l’intenzione di svoltare in modo che chi si immette lo possa fare tranqullamente. O forse segnalare l’intenzione di svoltare è un problema di privacy? (perche dovrei far conoscewre le mie intenzioni?. Multare i tanti ciclisti che in presenza di piste ciclabili si ostinano a circolare sulla carreggiata, mettendo a repentaglio la propria sicurezza, per non parlare dei guai a cui andrebbe incontro un eventuale investitore. Controllare l’uso improprio dei contrassegni per invalidi ecc..

  9. Appare evidente che gli straordinari, magari pagati come trasferta, sono le ore passate in strada. In realtà di vigili in strada non se ne vedono proprio, e si che 285 non sono pochi. Muchetti, più che educare gli scolari occorrerebbe educare i genitori, cavalieri senza paura all’assalto dei marciapiedi, delle strisce pedonali, dei posti riservati ai disabili, dei posteggi in quarta fila, del dito medio usato più del freno. I Vigili li vogliamo in strada, capito???

  10. Basterebbe multare gli automobilisti bresciani che parcheggiano sulle piste ciclabili per risanare i conti del Comune e abbattere il debito pubblico italiano.

RISPONDI