Miss Ciclismo, Martina fa il pieno di voti e approda in finale

0

Una serata all’insegna della bellezza e dello sport quella che è andata in scena a Riese Pio X, in provincia di Treviso, e che ha completato il cast di finaliste di Miss Ciclismo 2013, concorso riservato alle ragazze che usano la bicicletta anche a livello non agonistico.

La giuria, presieduta dal sindaco di Riese Pio X Gianluigi Contarin, ha decretato, non senza fatica, le sette finaliste che si aggiungeranno a quelle che avevano già ottenuto il lasciapassare ad inizio ottobre a Somma Lombardo e che nel prossimo mese di dicembre si contenderanno alla presenza dei migliori corridori professionisti il titolo di Miss Ciclismo 2013.

A spuntarla sono state: Martina Avanzi di Manerba del Garda (BS), Elisa Da Canal di Belluno, Laura Piovani di Bologna, Giovanna Cavallari di Amelia (TR), Laura Randon di Valdagno (VI), Serena Mizzon di Castiglion delle Stiviere (MN) e Silvia Lorenti di Spoleto (PG).

La bresciana Martina Avanzi ha 18 anni, è una studentessa all’Istituto Tecnico per il Turismo, si descrive come creativa, strana e controversa e sogna di lavorare come export manager nell’azienda vinicola di famiglia. Tornasse indietro non si farebbe sottomettere dalle persone e la cosa che le fa più paura sono gli insetti che saltano e volano.

«Dedico questo mio successo ai miei genitori che mi seguono sempre da quando ho iniziato a fare concorsi e sfilate – ha dichiarato Martina al termine della serata – sono felicissima di avere conquistato la finale di Miss Ciclismo, nella mia città mi sposto sempre con una city bike di colore rosa per una mobilità alternativa e rispettosa dell’ambiente»

La serata è stata condotta da Alessandro Brambilla, speaker dei recenti mondiali di Firenze e detentore del record di maggior numero di rassegne iridate in Italia. Contrariamente a quanto solitamente avviene nei concorsi di bellezza, tutte le operazioni di voto e spoglio sono state controllate da due “notai popolari” estratti tra il pubblico che hanno certificato la regolarità di tutte le operazioni.

«La serata è andata benissimo, il livello delle ragazze in gara era altissimo – ha detto il presidente di Miss Ciclismo, Matteo Romano – purtroppo alcune ragazze molto carine sono rimaste escluse dalla finalissima, ma queste sono le regole e i corridori professionisti nella finale di dicembre avranno l’imbarazzo della scelta per scegliere la Miss Ciclismo 2013. Tutto questo non può non ripagare i nostri sforzi organizzativi, ringrazio l’amico Giampietro Bonin e tutta la città di Riese per la splendida accoglienza, questa terra merita eventi del genere».

«La serata è perfettamente riuscita – ha spiegato il presidente di Asolo Bike, Giampietro Bonin – le ragazze erano tutte bellissime e la giuria ha fatto sicuramente un buon lavoro, nella speranza che la vincitrice di Miss Ciclismo 2013 sia tra quelle scelte a Riese. Raramente in un concorso di bellezza si possono ammirare così tante ragazze meritevoli e qualitative».

L’ultimo atto dell’edizione 2013 di Miss Ciclismo sarà nel mese di dicembre quanto, alla presenza dei migliori corridori professionisti del mondo, sarà eletta colei che succederà ad Alessia Franchi nell’albo d’oro di Miss Ciclismo.

Comments

comments

LEAVE A REPLY