Niente mensa e scuolabus per chi non paga. A Manerbio riscoppia il caso Adro

8
Bsnews whatsapp

Fa discutere il caso di Manerbio, comune sull’orlo del tracollo finanziario, in cui la nuova giunta di centrosinistra ha deciso di imitare il contestato provvedimento di Adro che vieta mensa e trasporti scolastici a coloro che non sono in regola con i pagamenti. “Sarà ammesso alla mensa e allo scuolabus solo chi è a posto con i pagamenti delle tariffe – ha dichiarato in consiglio comunale la presidente della commissione Pubblica istruzione Annamaria Bissolotti – inoltre saranno promossi controlli periodici e incisivi sullo stato dei versamenti di tariffe e rette”. A contestare il provvedimento (all’opposto di Adro) l’ex assessore di centrodestra Cristina Cavallini che ha ricordato come in precedenza “nessun alunno è rimasto senza pasto o ha dovuto andare a scuola a piedi” perché “le famiglie in arretrato con i pagamenti venivano invitate a saldare la pendenza con una lettera o a presentarsi in Comune per valutare caso per caso”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

8 COMMENTI

  1. è ora di finirla con il tutto mi appartiene. Se non ci sono soldi e i bilanci non tornano ci si deve arrangiare. I bambini portateveli a scuola a piedi, tanto avete tempo perchè se non avete i soldi vuol dire che non lavorate. Giusto? e dategli un panino se non avete i soldi per la mensa. E che cacchio, sempre i soliti che devono pagare.

  2. chissà se santoro, dandini, ballarò, il miliardario fazio … andranno a manerbio a stupirsi della giunta centrosinistra che nega la mensa ai figli degli immmigrati !!!

  3. Il messaggio precedente è stato moderato perché a firma (nome e cognome) non registrata. Ricordiamo agli utenti che chiunque voglia utilizzare il proprio nome e cognome in un commento è necessario che prima si registri. In caso contrario tutti i commenti con nome e cognome non registrati verranno automaticamente moderati dalla Redazione, a prescindere dal contenuto.

  4. prendersela coni bambini é da vigliacchi, che sia la lega o la nonlega. Ci sono altri modi per recuperare i crediti: equitalia per esempio. Prima di considerare furbi i genitori, mi preoccuperei anche di verificare se le famiglie insolventi non fossero anche in condizioni di degrado o di disagio.

RISPONDI