Ecosistema Urbano, Legambiente Brescia: “Serve urgentemente un cambio di passo.”

0
Bsnews whatsapp

"Globalmente il circolo di Legambiente Brescia non può quindi che auspicare che l’Amministrazione Comunale voglia intraprendere al più presto delle azioni che segnino la discontinuità con quanto fatto negli anni precedenti, procedendo ad una riqualificazione in chiave ecologica della città", questo il commento di Legambiente Brescia rispetto al XX rapporto "Ecosistema Urbano" sulla qualità ambientale nei centri urbani italiani.

DI SEGUITO IL COMUNICATO INTEGRALE

È stato presentato oggi il XX rapporto “Ecosistema Urbano” di Legambiente e Sole 24 sulla qualità ambientale nei centri urbani italiani.

Il rapporto, elaborato in base ai dati forniti dalle amministrazioni comunali, fa riferimento all’anno 2012 e vede Brescia continuare il trend negativo degli ultimi anni posizionandosi al 24° posto nelle città medie su un totale di 44 capoluoghi delle medesime dimensioni. L’anno precedente era al 23°.

Brescia si conferma tra le città con la situazione più critica per quanto riguarda la qualità dell’aria, posizionandosi in 32^ posizione per media annuale di PM10 e al 37° per la media annuale di NO2. È chiaro che la soluzione al cronico problema dell’inquinamento atmosferico a Brescia deve essere priorità del governo municipale.

Estremamente preoccupante è anche la situazione che emerge dagli indicatori relativi alla gestione dei rifiuti, i cittadini bresciani infatti, non solo sono tra quelli con la maggior produzione procapite di rifuiti, posizionandosi in 36^ posizione con oltre 685 kg/ab/anno prodotti, ma hanno anche meno propensione della media delle altre città alla raccolta differenziata, posizionandosi al 27° posto in classifica.

La situazione degli indicatori relativi alla mobilità è invece più complessa, Brescia infatti si posiziona al 4° posto per l’indice di mobilità alternativa, al 7° per ZTL (sebbene questo dato sia falsato dalla mancata considerazione dell’estensione limitata in termini di tempo delle ZTL bresciane) e al 12° per piste ciclabili. Ciò nonostante la nostra città è solo 37^ per l’indice di incidentalità stradale, segno che gli interventi, se pur significativi dal punto di vista quantitativo non sono sufficienti dal punto di vista qualitativo.

Globalmente il circolo di Legambiente Brescia non può quindi che auspicare che l’Amministrazione Comunale voglia intraprendere al più presto delle azioni che segnino la discontinuità con quanto fatto negli anni precedenti, procedendo ad una riqualificazione in chiave ecologica della città.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI