Opere incompiute e abbandonate: le tre caserme fantasma nel bresciano

0

Sono lì da anni, incompiute, lasciate all’abbandono. Bloccate da burocrazia, fermate dal tempo. In base all’elenco del Ministero delle infrastrutture, tre di queste strutture sono bresciane e si trovano nei comuni di Flero, Sarezzo e Pontoglio. Sono tutte caserme dei carabinieri, mai finite. Come scrive il Bresciaoggi l’argomento è caldo soprattutto a Flero, visto che nei giorni scorsi l’amministrazione del sindaco Nadia Pedersoli ha iniziato una raccolta di firme tra i cittadini per scuotere le istituzioni. Anche la potenziale caserma di Sarezzo non se la passa bene: dopo aver creato recinzione, copertura, predisposizione per gli impianti e serramenti tutto si è fermato.  Spiega il sindaco Massimo Ottelli al quotidiano: "Le ultime notizie ricevute non dicono nulla di nuovo: mancano i soldi, e si sta cercando di recuperare alcune risorse per terminare l’interno dell’edificio". A Pontoglio addirittura il Comune punta a chiedere un risarcimento danni per  la «caserma fantasma», edificata dal 2008 tra un’area industriale e una residenziale. È praticamente pronta, ma dal 2011 è ferma dopo il fallimento dell’ impresa costruttrice. Ed è diventata una discarica abusiva. «Ho deciso di affidare la pratica al legale del Comune, anche perché Pontoglio ha investito una cifra cospicua per mettere a disposizione l’area che oggi rischia di trasformarsi in zona a rischio – spiega il sindaco Alessandro Seghezzi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Guardate la televisione : i politici viaggiano su auto da favola. Le più "lofi" sono audi e bmw da
    centomila euro in su ! E non ci sono soldi per la benzina delle auto delle Forze dell\’Ordine ! Mi censurerete, ma scrivo che spero in un colpo di stato per far fuori questa squallida classe politica da basso impero romano.

  2. Guardate la televisione: sono d’accordo. La trasmissione Report di ieri sera sul "caso Zalesky", caso tutto bresciano o almeno bresciano d’adozione per molti buoni motivi, getta altre ombre sul Paese e sul sistema bancario asservito a miliardarie speculazioni finanziarie anzichè dedito all’intermediazione del denaro e alla concessione di finanziamenti per sostenere le imprese in crisi di liquidità ma anche per dare credio a settori pubblici "sani". Da vergognarsi.

LEAVE A REPLY