Alberto Paris della Forza e Costanza promosso a tecnico nazionale

0

Importanti novità al Tennis Forza e Costanza, pronto a un salto di qualità nell’èlite dei club italiani. Il maestro Alberto Paris, in passato numero 207 del ranking Atp e già da anni responsabile della scuola del circolo bresciano, ha superato l’esame da Tecnico Nazionale della Federazione Italiana Tennis, raggiungendo il grado massimo per un insegnante nel nostro Paese. Un riconoscimento meritato dopo una buona carriera da professionista, tante stagioni come maestro e due anni di corsi e aggiornamenti. Un riconoscimento maturato con una tesi sulla gestione degli aspetti fiscali e amministrativi per le Associazioni Sportive Dilettantistiche (come la gran parte delle scuole tennis italiane). “L’ho realizzata – spiega Paris – insieme a tre colleghi (Barbara Garbaccio, Fabio Galazzi e Sergio Gelmini, ndr) e su consiglio della Federazione, sotto la supervisione di Marco Perciballi, consulente della Fit. L’idea è nata perché in Italia manca un documento che contenga le linee guida che i club devono seguire a livello fiscale, e quindi abbiamo deciso di crearlo. Molto probabilmente, proprio una revisione del nostro prodotto verrà pubblicata e diventerà ufficiale, per permettere ai circoli di sapere esattamente come regolarsi con contratti, tasse e simili. Il tutto per agevolare non solo il lavoro del direttivo dei club, ma anche quello della Federazione e degli organi di controllo”.

 

Una promozione, quella di Paris, importante sia a livello personale, sia per la struttura in cui quest’ultimo opera. Dal 2012, infatti, la Fit ha varato una nuova classificazione per le scuole tennis, divise in cinque categorie in base alla qualità degli insegnanti e ai servizi che queste possono offrire. Attualmente il Forza e Costanza si trova nella fascia centrale (Standard School), ma ora può ambire anche alle due categorie principali: Super School e Top School. Per salire di livello è necessario che la scuola sia diretta da un Tecnico Nazionale, proprio ciò che sta avvenendo dopo la promozione di Paris. Ora basterà disporre di un preparatore atletico con attestato di secondo grado (il maestro Matteo Zanetti sta seguendo i corsi per riceverlo) e si potrà puntare al salto di qualità, visto che gli altri requisiti sono già presenti. Una crescita che porterebbe il club della presidente Anna Capuzzi Beltrami fra i primi dieci della Lombardia, dove fra le 490 strutture presenti, solo sette rientrano nelle prime due categorie. Fra queste, nessuna ha sede sul suolo bresciano, quindi il club del Castello potrà eventualmente fregiarsi del primato a livello provinciale.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E bravo Alberto, sono anni che non ci si incontra in Valle, però ho sempre seguito la tua carriera e ora sono felicissimo per te. Grande persone e ottimo istruttore .Ricordo le ore passate al Redaelli quando cercavi di farmi capire come si deve giocare a tennis.Dopo c’è stata la carriera di giocatore e , a tutt’oggi, sei il più grande giocatore brescian.Grazie Alberto.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome