Bocconi avvelenati, dopo il Maniva casi anche lungo la ciclabile Sarezzo-Villa Carcina

7

Dieci cani morti tra Maniva e Dasdana: lardo e pancetta al veleno, morti 10 segugi
il Maniva e la Dasdana, in territorio di Bagolino, ed ora il pericolo si sposta più a valle. Bocconi avvelenati, posizionati affinché siano ingeriti dai cani, sono stati trovati nei giorni scorsi lungo la pista ciclabile che collega Sarezzo a Villa Carcina.

Si fa sempre più forte la paura in Valle Trompia per i proprietari di cani, soprattutto quelli che durante il fine settimana sono soliti portare fuori i loro fedeli animali per farli sfogare e divertire all’aria aperta. Se sui prati del Maniva si può ipotizzare che le esche avvelenate (palle di carne e pancetta o lardo, con all’interno sostanze altamente pericolose) siano state posizionate per allontanare i seguci al seguito dei cacciatori, è davvero incomprensibile il motivo per il quale ignoti hanno posizionato i bocconi lungo i prati a fianco della ciclabile. L’invito, anche quello dei comuni, è di tenere al guinzaglio i cani, e di stare molto attenti a farli andare nei prati pubblici. 

Stando a quanto riporta il quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane, presto anche il nostro corpo forestale potrebbe valutare di introdurre speciali cani addestrati per individuare le esche avvelenate. Progetti analoghi sono già in atto nel Parco nazionale del Gran Sasso, e nelle regioni dell’Andalusia e di Aragona in Spagna (vedi qui una spiegazione del progetto). Per ora dovremo stare molto attenti, e segnalare prontamente se si individuano bocconi avvelenati, mettendo in guardia gli altri proprietari di cani e le autorità.  
(a.c.)

Se sui prati dell“
 

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. A mali estremi estremi rimedi……… finche i proprietari dei cani non impareranno a rispettare i luoghi dove ormai la gente rischia di essere azzannata o imbrattarsi di escrementi io farò il tifo per chi li avvelena.

  2. Se volete ripulire il parco da queste bestiacce potete usare l’Aconite detta anche "erba del diavolo" un fiore che potete trovarein montagna tra maggio e giugno.

  3. Se qualcuno avvelenasse vostro figlio perchè da fastidio piangendo cosa fareste? Sappiate,cari alienati mentali,che per molte persone i cani sono membri della famiglia a tutti gli effetti.Dovessi beccare uno di quelli che mette questi bocconi lo mando a visitare il centro rianimazione del civile…..

  4. Addestramento (nessun cane è un giocattolino che può essere lasciato senza educazione), guinzaglio e museruola nei luoghi pubblici eSe, invece, il cane non è educato a mangiare solo dove e quando gli è consentito, se viene lasciato libero di scorrazzare ed importunare o spaventare il prossimo, se gira senza museruola "perché tanto è buono e non morde nessuno", allora è un cane sfortunato e rischia di finire avvelenato. Aggiungo un suggerimento ai cinofili che possono organizzarsi in tante associazioni: ogni tanto, fate una bella giornata di raccolto e ripulite il mondo dalle deiezioni abbandonate da tanti, troppi, sfortunati quadrupedi proprietà di zozzoni incivili.

  5. A me pare che sia più vicino all’alienazione mentale chi mette sullo stesso piano le relazioni fra umani e quelle fra umani ed animali, a maggior ragione se questo malsano stravolgimento riguarda i rapporti famigliari. Un figlio, comunque, potrà piangere e con questo infastidire qualcuno (sarà cura dei suoi genitori, secondo l’ambiente nel quale si trovano, allontanarsi, risolvere il problema o avere cura di ridurre al minimo inevitabile i disagi causati), ma di certo non va in giro a lordare di escrementi il suolo, né rappresenta un pericolo per altre persone, visto che difficilmente un umano morde o sbrana il prossimo.

LEAVE A REPLY