Il 29 maggio sarà festa della Lombardia

9
Bsnews whatsapp

La Commissione Affari istituzionali ha confermato oggi che la Festa regionale Lombardia cadrà il 29 maggio. Sarà inoltre discusso e votato in Aula il 19 novembre il progetto di legge per istituire la Festa regionale lombarda. 

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Milano, 6 novembre 2013 – Sarà discusso e votato in Aula il 19 novembre il progetto di legge che istituisce la Festa regionale lombarda. 
La ricorrenza, prevista dallo Statuto di autonomia, cadrà il 29 maggio, giorno in cui nel 1176 , nella battaglia di Legnano, la Lega dei Comuni lombardi sconfisse l’esercito del Sacro Romano impero  germanico. Lo ha deciso oggi la Commissione Affari istituzionali, presieduta da Stefano Carugo, votando il testo proposto dalla Lega Nord.
“La giornata sarà occasione per diffondere la conoscenza dei fatti storici presso i giovani delle scuole lombarde” come ha spiegato anche la relatrice Silvana Santisi Saita (LN), che si è dichiarata molto soddisfatta del risultato che “istituisce finalmente anche in Lombardia una festa identitaria regionale, adempiendo a un impegno statutario” 
“Il giorno della battaglia di Legnano “ ha ricordato Stefano Bruno Galli (Lista Maroni) “come è riconosciuto a livello storiografico, apre nella nostra regione l’età comunale,  esperienza storica unica  dal punto di vista delle istituzioni”. Giudizio rinforzato anche da Pietro Foroni (LN) che ha espresso, anche su base storiografica, la convinzione che “da Legnano nasce l’Europa moderna”.
“La battaglia di Legnano viene ricordata anche nell’inno di Mameli – ha fatto presente a sua volta Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia) – e coincide con uno dei momenti più importanti nella storia dell’unità della Nazione”.
Per il gruppo PdL, Alessandro Sorte  ha detto “Lombardia non poteva non avere una festa dall’elevato significato simbolico,  che ricordasse le nostre origini. Tanto più che  questa ricorrenza non peserà in alcun modo sui cittadini”.
Parere favorevole anche per Elisabetta Fatuzzo (Pensionati) che ha ricordato che questo passaggio di attuazione dello Statuto sarà senza alcun onere per la finanza pubblica. 
Vincenzo Casalino ha espresso il voto favorevole del Gruppo M5S, poiché “ si tratta di un evento storico fortemente identitario, più di qualunque altro,  una  cui eventuale strumentalizzazione in chiave politica non  deve preoccupare”.
Non hanno partecipato al voto i Gruppi Pd e Patto Civico. “ Tema non prioritario -ha detto Fabio Pizzul  per il Pd – “ Avremmo preferito che in Aula si discutessero prima i contratti di solidarietà.” Di analogo parere Roberto Bruni (Patto Civico con Ambrosoli) che ha anche suggerito che la scelta di  una data come quella dell’inizio delle 5 Giornate di Milano, o della prima seduta del Consiglio regionale nel 1970, avrebbe avuto un significato meno legato ad una connotazione politica.
La ricorrenza, qualora cada in un giorno feriale, non costituirà giorno di vacanza.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

9 COMMENTI

  1. lega e PdL hanno abolito festività ben più importanti che già avevamo ed ora s’ inventano questa?
    ma cosa c’è da festeggiare????
    se tra un po’ saremo tutti disoccupati e poveri?
    senza neanche ammortizzatori sociali , ormai svuotati!!!!!
    ma va la pirla!!!

  2. Ma veramente paghiamo tanti politici ed amministratori che a loro volta pagano altri " consulenti segretari portaborse e quant’altro"
    e con tutti i problemi che abbiamo loro ci regalano una festa???
    TUTTI A CASAAAAA…SENZA STIPENDIO E SENZA PENSIONE .

  3. La prova (l’ennesima) che quelli che si sono proposti agli elettori come fautori di sfracelli di cambiamento non sono altro che l’ennesima stampella al sistema berluscoide/leghista che ha rovinato l’Italia.Ditemi la differenza tra il trota e la grillina che crede alle sirene?!?Tra l’altro solo così si spiega il risultato delle recenti elezioni regionali.

  4. Per noi lombardi, ricorrenze e feste platoniche come questa. Per Formigoni quando era Pres della Regione le feste le faceva frequentemente e che feste su panfili, Resort, ecc. Tutto a sbaffo ovviamente. Tanto a pagare eravamo sempre noi.

  5. Lasciate perdere queste buffonate: cosa c’e da festeggiare ? Peraltro per i politici e’ una festa ogni giorno che passa a 500 euro al mese.

  6. Lasciate perdere queste buffonate: cosa c\’e da festeggiare ? Peraltro per i politici e\’ una festa ogni giorno che passa a 500 euro al giorno.

RISPONDI