Scorie degli inceneritori di mezza Italia: il business si fa a Polpenazze

1
Bsnews whatsapp

Le ceneri pesanti provenienti dagli inceneritori di mezza Italia, compreso quello di Acerra (Napoli) vengono trattate e smaltite in sicurezza a Brescia, a Polpenazze per l’esatezza. L’azienda che se ne occupa è la Rmb creata negli anni ’80 da Antonio Goffi che ogni anno tratta 320 mila tonnellate di scorie di fonderia, rifiuti speciali e pericolosi. A partire dalle ceneri pesanti che restano all’interno dell’inceneritore al termine del processo di combustione. Oltre al termoutilizzatore di Brescia, anche quelli di Acerra, Milano e Bologna inviano le proprie ceneri pesanti residue in Valtenesi, a due passi dal lago di Garda.

Secondo quanto dichiarato dal presidente del Consiglio di amministrazione, Antonio Amato al Corsera di Brescia, le ceneri pesanti “Sono composte da materiale inerte, vetro e metalli che poi noi separiamo e trattiamo – spiega -. A differenza di quelle leggere, le fly ashes le ceneri pesanti non rappresentano un rifiuto pericoloso. Tanto che si potrebbero portare in qualsiasi discarica”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Ecco perché la gente di Bedizzole è così stordita, respira tutti i fumi della RMB e si pippa pure quelli della discarica FAECO….

RISPONDI