Anas El Abboubi, il 20enne di Vobarno che fu accusato di “terrorismo”, è in Siria

7
Polizia locale a Brescia
Polizia locale a Brescia
Bsnews whatsapp

Era stato arrestato a giugno dalla Digos di Brescia Anas El Abboubi, il ventunenne di Vobarno accusato di addestramento finalizzato al terrorismo internazionale. Poi era stato liberato dal tribunale del Riesame per assenza di prove. Nelle ultime ore la Cassazione ha confermato la decisione del Riesame, rigettando il ricorso della procura contro la scarcerazione. Il punto è che ora  Anas El Abboubi  è sparito, nel senso che i suoi avvocati e i suoi familiari non hanno notizie di dove sia da fine dell’estate, quando il giovane ha detto che sarebbe partito per la Siria.

Come riporta il Corriere una risposta sembra provenire da facebook, digitando il nome Anas Al-Italy: il suo avatar è una sua foto con un mitra puntato in mano e tra i suoi post una foto di un passaporto arabo,  foto di lui mentre si addestra e post in Italiano che inneggiano alla solidarietà alla Siria e all’Islam. Del fatto che sia diventato un guerrigliero siriano per ora non c’è certezza: ma l’attività investigativa della polizia continua.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

7 COMMENTI

  1. Eccoli quà i valenti magistrati….se c’è da fare la guerra alla lega sono i numeri uno.A tenere in galera un marocco terrorista non sono capaci.

  2. efficienza della nostra giustizia e dei suoi miliardi di interpretazioni e di cavilli, una vera matrioska infinita, peccato che chi paga le conseguenze sono i cittadini, inermi davanti allo strapotere e alla certezza di non avere certezza da magistrati e giudici, dove il certo diventa incerto , la pena un improbabile accessorio ..due cose invece sono assolutamente certe …la lungaggine infinita e il costo dell’avvocato…. gli altri elementi restano opinabili sempre e meritevoli di esame e riesame per non giungere poi che al nulla di fatto…………non per questo nel rank mondiale sulla efficienza della giustizia, siamo appena dietro al Gabon !

  3. Se non ricordo male Il Macchiavelli, nel Principe scrisse il concetto: colpevole finchè non dimostra la sua innocenza!
    Chi sbaglia paga… Chi pagherà questi errori?

RISPONDI