Bonifica Caffaro, in arrivo dal Ministero dell’Ambiente un milione di euro in più

0

Ospitare il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando è servito alla città. A margine della visita del ministro, al quale è stata illustrata per filo e per segno la vicenda-Caffaro, è arrivata ieri la notizia che Brescia riceverà un milione di euro in più rispetto a quanto inizialmente preventivato per l’avvio delle bonifiche delle aree inquinate.

Da 6,5 a 7,5 milioni di euro. Tanto è stato riservato nella legge di stabilità per la nostra città. Evidentemente nelle pieghe di bilancio il ministro ha saputo far saltar fuori il milione in più che è stato ufficializzato ieri mattina. Una sorta di promessa mantenuta da parte di Andrea Orlando, che lo scorso 27 luglio durante la visita ai luoghi simbolo dell’inquinamento cittadino da Pcb fu molto esplicito garantendo non solo risorse immediate, ma anche elargite costantemente nel corso dei prossimi anni vista l’importanza (la gravità) del problema.

Per il 2014 dunque i fondi arriveranno, tramite la Regione che coordinerà gli interventi. Per i prossimi anni il ministero punterà ad accedere ai fondi strutturali europei. La notizia è stata accolta con soddisfazione da parte del sindaco.
(a.c.) 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Non ci sono i soldi per la salute dei bresciani. Balle ! Quando si tratta di trovare un MLD di euro per la metro (che no risolve il problema del traffico e dell’inquinamento che provoca …forse ne toglie il 5 %). Quando si progettano 23 Ml per il cosidetto parcheggio nella roccia del Cidneo i soldi non sono un problema…Quando si buttano centinaia di MLD inutilmente nelle LAM i soldi si trovano…Etc …etc… Il problema vero è la connivenza della politica e dei politicanti con gli affari che i bresciani subiscono sulla propria pelle con valori tumorali inaccettabili.

  2. sono tutti soldi buttati al vento, utili solo come specchietto per le allodole. Un milione di euro basta giusto per qualche incarico e qualche analisi, da aggiungere a quelle già esistenti, più che sufficienti per definire cosa fare. Certo che se fra una indagine e l’altra passano 20 anni, allora si spera che il terreno si sia bonificato da solo e fanno altre indagini, finché, fra 1000 anni, sarà tutto pulito

LEAVE A REPLY