Premio Pastori, ecco tutti i premiati della nona edizione

0

Si è svolta sabato, nell’ aula magna dell’Istituto Tecnico Agrario G. Pastori, la cerimonia di consegna del IX Premio “Giuseppe Pastori”, istituito nel 2005 dalla Fondazione IAR per onorare la memoria di Giuseppe Pastori, benefattore, patriota, insigne innovatore dell’agricoltura bresciana e attento alla formazione.

Il Premio, giunto alla IX edizione, è rivolto alle figure più meritevoli operanti nel mondo agricolo (azienda) e nei settori della formazione della produzione (docente) e un diplomato presso uno degli Istituti Tecnici o Professionali Agrari con sede in provincia di Brescia, iscritto ad una Facoltà con indirizzo agrario che, nel corso del quinquennio scolastico, si sia particolarmente distinto con lavori, ricerche o tesi di rilevante interesse che abbiano avuto ricadute positive sul mondo agricolo o nel settore ambientale.

Il riconoscimento – una medaglia d’oro appositamente incisa da un artista bresciano raffigurante Giuseppe Pastori, accompagnata da una pergamena riportante i dati del premiato e delle motivazioni a supporto – è assegnato ogni anno in occasione della chiusura dell’annata agraria. “Le aziende del mondo agricolo sono determinate a scommettere sulle nuove generazioni – spiega Marco Rossi, presidente IAR -. La Fondazione, con l’istituzione del Premio, vuole sottolineare l’importanza della formazione del mondo giovanile. Per questo motivo anche nell’edizione 2013 sono state assegnate 3 borse di studio del valore di euro 1.000,00 euro ognuna offerte dal Banco di Brescia”.

“Proprio la formazione e l’ istruzione, gestite in modo razionale dalla Fondazione Istituzioni Agrarie Raggruppate – continua Rossi – sono un esempio di sinergia tra i vari Enti pubblici e privati, elemento indispensabile per offrire ai nostri cittadini – imprenditori, docenti e studenti – un servizio in linea con gli orizzonti e con le prospettive occupazionali”. Il Consiglio della Fondazione IAR, quest’anno, ha deciso di offrire alla città di Brescia e alla Provincia, un Convegno dal titolo “L’opera di Religiosi e Laici nella crescita culturale a Brescia a fine dell’Ottocento”, con l’intento di far conoscere la figura di personaggi come Santo Padre Piamarta e Padre Bonsignori, come esponenti del mondo cattolico e un laico come Pastori, tutti uniti verso un unico obiettivo, far accrescere e valorizzare l’agricoltura bresciana.

VINCITORI IX PREMIO GIUSEPPE PASTORI

CATEGORIA AZIENDE Azienda Agricola Bio Bio’ _ Vobarno (BS) – Medaglia d’Oro IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 con la seguente motivazione: “La Dr.ssa Rizzardini Sara, unitamente ai componenti il nucleo famigliare, ha dimostrato uno specifico interesse per la produzione di prodotti quali latte crudo biologico, formaggi e carni provenienti da animali bovini e caprini allevati con metodo biologico ancor prima di ottenerne la certificazione bio. La stessa oltre che operare in prima persona nell’allevamento e nella trasformazione dei prodotti si impegna anche nel campo della divulgazione attivandosi nell’organizzare incontri in azienda, atti a sensibilizzare singoli cittadini e studenti in merito al tema del biologico”.

CATEGORIA DOCENTI Prof. Pierluigi Donna – Medaglia d’Oro IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 con la seguente motivazione: “Per la passione e la competenza dimostrate fin dall’inizio della sua carriera in qualità di docente prima, come rinomato formatore ed apprezzato professionista in campo agronomico poi. Rappresenta una delle migliori espressioni bresciane, lombarde e nazionali di lungimiranza tecnica e capacità relazionale applicate all’agricoltura, declinate in favore di un continuo miglioramento del comparto e della preparazione dei relativi operatori”. CATEGORIA STUDENTI Marica Simoni – Medaglia d’Oro e Borsa di Studio – Banco di Brescia – IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 con la seguente motivazione: "Diplomatasi con pieni voti presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale Padre Giovanni Bonsignori di Remedello ha dimostrato costanza ed impegno nello studio: qualità che ha mantenuto nei corsi universitari conseguendo la laurea triennale in Tecnologia delle produzioni animali presso l’Università degli Studi di Parma Facoltà di Veterinaria con 110/110 e lode dove si è distinta nel campo della ricerca e sperimentazione".

BORSA DI STUDIO BANCO DI BRESCIA Sara Bandiera – Borsa di Studio – Banco di Brescia – IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 con la seguente motivazione: “Diplomatasi presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale Giuseppe Pastori di Brescia, nel corso degli studi ha messo in luce la volontà e la passione dell’ apprendimento in tutte le discipline collaborando sia con i colleghi che con i docenti ottenendo ottimi risultati”.

BORSA DI STUDIO BANCO DI BRESCIA Federico Gritti – Borsa di Studio – Banco di Brescia – IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 con la seguente motivazione: “Durante il percorso scolastico, nella sede staccata dell’Istituto Professionale Agricoltura Ambiente Vincenzo Dandolo ad Orzivecchi ( Giardino ), ha manifestato notevoli attitudini ed un eccellente livello di acquisizione delle tematiche legate alle produzioni agroalimentari del settore lattiero caseario, professionalità che sta confermando nel percorso universitario”. Anche per l’edizione 2013 il Banco di Brescia ha offerto tre borse di studio del valore di Euro 1.000,00 ciascuna. Dichiarazione del professor Pierluigi Donna – Medaglia d’Oro IX Premio “Giuseppe Pastori” 2013 “In occasione della consegna di questo premio, assegnatomi con mia sorpresa in un contesto in cui la commemorazione di Uomini Illustri della nostra comunità ci fa sentire piccoli e mai abbastanza incisivi – spiega il professor Pierluigi Donna – intendo stemperare questo timore rivolgendo il merito di tutta l’opera di divulgazione delle tecniche agrarie che mi ha visto coinvolto ai miei stessi allievi, quelli che nel mio percorso sono stati e continuano ad essere realmente i protagonisti ed i motori di tutto l’entusiasmo, ed i Dottori Agronomi del gruppo di studio e di lavoro che mi sostiene: Leonardo Valenti, docente alla Facoltà di Agraria, che traccia lo stile e la filosofia della nostra professione, Marco Tonni, formato alla Pastori e responsabile tecnico di un Centro Vitivinicolo Provinciale che merita maggiori attenzioni, Angelo Divittini e Cesare Bosio, miei eccellenti allievi “Pastoriani” ora consigliere dell’Ordine il primo ed imprenditore emergente il secondo, Paolo Di Francesco, che più di tutti mantiene con responsabilità il rapporto con le Istituzioni, ed Isabella Ghiglieno, giovanissima, che in una contingenza economica sfavorevole amplia nonostante tutto il nostro gruppo offrendo nuove opportunità e motivazioni al nostro lavoro. Tutti siano un esempio per i giovani studenti del nostro settore: che possano trovare i loro spazi con la decisa consapevolezza che agricoltori, tecnici ed agronomi, sono gli unici e veri custodi di un territorio destinato a salvaguardare le prossime generazioni”   

Comments

comments

LEAVE A REPLY