Nadro 1613: nel weekend la rievocazione storica e mercatini nelle contrade

0

Nell’antico borgo di Nadro, frazione del comune di Ceto in Valle Camonica, si potrà rivivere nei giorni 23-24 novembre 2013 uno spaccato di vita del primo Seicento all’interno della terza rievocazione storico-culturale «Nadro 1613. Rievocazione storica e mercatini nelle contrade».

La manifestazione, organizzata per la prima volta nel 2011 in occasione dei quattrocento anni dall’erezione del campanile, è stata riproposta anche nel 2012, per la quale ha ricevuto il premio «Paesi in festa 2012 » come una delle manifestazioni più significative della Provincia di Brescia.

«L’idea di legare i tradizionali mercatini di Natale con un evento culturale volto a valorizzare la storia della comunità si è rivelato vincente» dice Luca Giarelli, ideatore e coordinatore della manifestazione «In particolare la rievocazione storica in costume è stata quella cosa che ha permesso a Nadro di distinguersi dagli altri mercatini, trasformando il paese in una vera e propria location da “Promessi Sposi”».

Ogni anno gli abitanti di Nadro elaborano una performance per raccontare il passato al pubblico presente. Quest’anno il tema dominante sarà la peste, e il difficile rapporto tra cattolici e protestanti a inizio Seicento.

Si inscenerà la tradizione della distribuzione del sale e del pane alle famiglie Originarie secondo l’antica usanza della “dada”. Seguirà poi una processione per le vie del paese con i Disciplini, l’antica confraternita dei flagellanti, che terminerà con la cattura di un predicatore protestante alle porte dell’abitato. Per tutta la durata della manifestazione sarà presente una compagnia di archibugieri del Gruppo storico “Città di Palmanova” (UD).

Sabato 23 novembre si svolgerà presso il Museo didattico della Riserva naturale Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo la presentazione del libro «Naturalmente divisi. Storia e autonomia delle antiche comunità alpine», a cura della sezione ISTA dell’associazione LOntànoVerde, che racconta la storia politica delle vallate delle Alpi dal medioevo fino a Napoleone.

Dal primo pomeriggio sabato 23 alla sera di domenica 24 si svolgeranno i mercatini, ospitati nelle caratteristiche cantine sparse tra le contrade del borgo. Per i bambini è previsto, nel pomeriggio di sabato, il lancio dei palloncini con le letterine per santa Lucia, mentre domenica una caccia all’oggetto per le vie del paese. Nel borgo sarà inoltre distribuito zucchero filato e cagiada per tutti.

INFORMAZIONI
E-mail: viciniadinadro@gmail.com

Comments

comments

LEAVE A REPLY