Bollette non pagate, donna minaccia addette comunali con una pistola giocattolo

0

Mercoledì scorso il personale del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Brescia ha denunciato una cittadina di origine rumena residente in città di 45 anni  per aver messo in atto azioni di minaccia verso alcune dipendenti dell’ufficio servizi sociali del Comune di Brescia. La donna si è presentata negli uffici celando addosso delle armi, che poi si sono rivelate armi giocattolo, con l’intento di intimorire le addette comunali qualora le stesse non l’avessero favorita rispetto al pagamento di alcune utenze domestiche non pagate, facendo intendere di essere in possesso di armi e all’occorrenza di poterle usare. La stessa è stata denunciata per minacce e le armi giocattolo sono state sequestrate.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La rumena voleva ulteriori soldi dal Comune per pagare le SUE bollette, e queste sono le risorse che pagano le vostre pensioni? ps: pensate quanto ci costa in sanità.

LEAVE A REPLY