Assemblea Popolare per l’Italia, Gitti: “Un soggetto politico per il territorio dal territorio”

0

Assemblea Popolare per L’Italia, il nuovo soggetto politico nato dalla decisione di alcuni parlamentari, tra cui il bresciano Gregorio Gitti, di uscire dalla “Scelta Civica” di Mario Monti, si è presentato agli italiani sabato pomeriggio a Roma. “Oggi al Teatro Quirino di Roma è nato un nuovo soggetto politico che, sulla spinta popolare di 1.200 cittadini presenti in rappresentanza di tutte le regioni italiane, è pronto a lanciare due messaggi chiari e forti – ha annunciato Gregorio Gitti dal palco del Quirino – il primo riguarda un modello di partito che, partendo dal basso, non nominerà mai più un proprio dirigente ma sempre lo eleggerà in modo democratico; in secondo luogo, dando forma e sostanza politica a gruppi parlamentari coesi e decisi a sostenere il Governo Letta, darà rappresentanza a quanti in Italia chiedono stabilità e coerenza amministrativa, autorevolezza istituzionale in Europa, ma soprattutto un nuovo impulso politico per l’attuazione di un programma di riforme radicali per la finanza pubblica italiana, superando i condizionamenti di chi ha inteso fin ad ora ricattare gli italiani, difendendo solo i propri interessi.

Sono convinto che sotto il coordinamento dei gruppi parlamentari, e quindi liberati da ogni assetto organizzativo precostituito, sapremo dare rappresentanza a chi oggi si sente estraneo rispetto ai movimenti populistici o ideologici e chiede credibilità e senso di responsabilità alla politica.

Il Centro, se vogliamo usare lo schema del parlamentarismo anglosassone, non può essere un terreno di caccia di chi come Renzi arriva a vincere un congresso e si appresta a vincere le primarie del suo partito con il sostanziale sostegno di tutti gli apparati storici della sinistra, o di chi come Berlusconi ne ha fatto l’oggetto della più spudorata strumentalizzazione politica, arrivando a distruggere il ceto medio italiano”. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Finalmente qualcosa di nuovo: popolari, centristi, non ideologici, eleggeranno sempre e non nomineranno mai, ma soprattutto fautori di un impulso a riforme per la finanza pubblica, europeisti e decisi a sostenere Letta contro renziani e berluscones. E chi ci assicura e rassicura su tanta prorompente novità politica ? Gregorio Gitti, nominato parlamentare da Mario Monti e genero di Giovanni Bazoli, Presidente di Banca Intesa. Ah, ecco, adesso sì siamo tutti più tranquilli sul nostro futuro. Allegrìa.

LEAVE A REPLY