Sicurezza lago d’Idro: al via i lavori per 50 milioni

2

"Il progetto per la messa in sicurezza del lago d’Idro è giunto al suo snodo cruciale. Dopo il decreto del Ministero dell’Ambiente, che ha emesso il parere sulla Via (Valutazione impatto ambientale), e l’approvazione tecnica del Ministero delle Infrastrutture, siamo pronti per la convocazione della Conferenza di Servizi, che deciderà tutte le procedure autorizzative sui lavori".

Lo ha detto l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, nel corso della riunione del Collegio di sorveglianza delle opere per la sicurezza del lago, tenutosi oggi a Brescia alla presenza dei rappresentanti dei quattro Comuni coinvolti (Idro, Bagolino, Lavenone e Anfo) e della Comunità montana Valle Sabbia.

SICUREZZA DEL TERRITORIO – "Oggi – ha continuato Viviana Beccalossi – abbiamo aggiornato il tavolo sulle modifiche progettuali dovute alle proposte di prescrizione ricevute da Roma, che non mutano nella sostanza il quadro necessario alla risoluzione dei problemi dovuti al degrado delle vecchie strutture. Possiamo quindi al più presto procedere, per chiudere una questione ormai in essere da troppi anni e garantire quindi la sicurezza del territorio in caso di piene straordinarie".

LAVORI FINANZIATI CON 50 MILIONI DI EURO – I lavori saranno finanziati con oltre 50 milioni di euro e prevedono una serie di opere per sostituire alcune delle attuali strutture di regolazione, lesionate da una frana e dai movimenti del versante interessato. Il progetto prevede la realizzazione di una galleria di bypass, che costituirà il principale intervento di sicurezza idraulica, oltre a una nuova ‘traversa’ di regolazione e la sistemazione dell’alveo del Chiese nel tratto compreso tra la nuova traversa e l’opera di sblocco della galleria, con la conseguente dismissione dell’attuale galleria di svaso (detta ‘degli agricoltori’) e della traversa esistente.

PERCORSO CONCERTATO COL TERRITORIO – "Il percorso concertato con il territorio – ha concluso l’assessore Beccalossi – prevede il finanziamento ai Comuni di una serie di lavori di riqualificazione ambientale, viabilistica e fruitiva. Oggi registriamo l’adesione all’accordo del Comune di Anfo, al quale ho confermato l’inserimento nel bilancio regionale di 3,6 milioni di euro, di cui almeno un milione destinato al restauro della Rocca, intervento emblematico per tutto il territorio del lago d’Idro".

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. Mi spieghi, senza polemica, come mai? Non sono della zona e non capisco molto ma sono curioso di capire le varie ragioni: non è positivo tale investimento? Grazie!

LEAVE A REPLY