La finanza buona per crescere: giovedì a Brescia il convegno della Bocconi Alumni Association

0

“La finanza buona al servizio della crescita”. Questo il titolo del convegno organizzato dalla BAA (Bocconi Alumni Association) di Brescia, che si terrà giovedì 28 novembre al AC Marriott Hotel.

Una tavola rotonda di professionisti per raccontare e proporre i nuovi strumenti finanziari a sostegno delle piccole e medie imprese, su cui storicamente si fonda il sistema industriale bresciano, ma non solo.

“Questi strumenti rappresentano una reale potenzialità per tutto il sistema economico. – spiega infatti Marco de Paolis, area leader della BAA di Brescia – In primo luogo per le imprese, che possono continuare a finanziarsi adeguatamente; ma anche per le banche, che grazie a questi strumenti possono uscire dalle loro difficoltà in tema di vincoli all’erogazione di prestiti; e infine gli investitori istituzionali, che possono diversificare ulteriormente il proprio portafoglio finanziario, scegliendo buone opportunità, con adeguati ritorni. Nel prossimo triennio sono previsti investimenti del mondo imprenditoriale per circa 150miliardi di euro necessari per ammodernare il nostro sistema imprenditoriale-produttivo. Di questi, solo 60 possono arrivare dal tradizionale sistema del finanziamento bancario classico. Ecco perché diventa centrale discutere e conoscere i nuovi strumenti di finanziamento: bond, cambiali finanziari, fondi di private equity (la scelta che sembra sostenere anche AIB).”

“Il ricorso al mercato della finanza riguarda principalmente gli investitori istituzionali, tra cui i fondi pensione. – continua il bresciano Gianluca Delbarba, amministratore di PEGASO (fondo pensione per i lavoratori delle società multiservizi), il cui intervento al convegno riguarderà gli asset class illiquide come nuove opportunità per gli investitori istituzionali non bancari – Da tempo è aperta la discussione relativa alla possibilità di investire in asset class illiquide. Un’opportunità da valutare con molta attenzione, che può garantire da un lato investimenti con buona redditività e rischio contenuto, e dall’altro può aiutare le aziende che operano nei settori gas acqua a reperire adeguate risorse finanziarie da investire nei settori infrastrutturali, necessari per l’intero sistema economico.”

Oltre a Delbarba e De Paolis, al convegno interverranno: Gianfranco Gianfrate, docente di finanza aziendale dell’Università Bocconi, che proporrà alcune soluzioni finanziarie innovative per lo sviluppo delle imprese; Vincenzo Bruni, partner di Ernst & Young, il quale parlerà dei corporate bond e degli strumenti finanziari alternativi per la crescita; Franco Mazzini, A.D. di Linea Group Holding SpA, che presenterà il caso dei Bond LGH come nuova forma di accesso al mercato dei capitali; e infine Pietro Galbiati, direttore generale della Federazione Lombarda BCC, che esporrà il punto di vista delle banche sulle PMI e il mercato dei capitali.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY