L’arte della bottega rinascimentale rivive a Brescia con Mode

0
Bsnews whatsapp

Una nuova realtà si sta affacciando in città: ha come fulcro l’arte e come satelliti cinque giovani bresciani. Si tratta di MODE, il cui team fondatore è composto da tre studenti laureati all’Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia (Lucia Cariani, Elisa Moreschi, l’artista Francesco Visentini) e due artisti autodidatti Marco Paghera e Max Valerio che, con i loro lavori, hanno già suscitato recensioni positive anche da importanti critici come Alberto d’Atanasio, Ilaria Bignotti e Paolo Bolpagni.

L’obiettivo di MODE è di riportare in auge il concetto che l’opera d’arte sia innanzitutto prodotto, fruibile da qualunque persona, che si tratti del collezionista, dell’amante dell’arte o del cliente occasionale (nel target di riferimento figurano sia enti pubblici, sia privati). MODE mira a ricostruire una relazione tra artista e acquirente, dove quest’ultimo può non solo acquistare opere d’arte, ma, come succedeva in passato nelle bottoghe rinascimentali, anche commissionarle, in base alle proprie esigenze, seguendo passo passo il lavoro dell’artista.

Lo spazio di MODE avrà dunque una duplice funzione: artigianale e commerciale. La struttura di MODE prevede inoltre l’avvio di una piattaforma virtuale: una rete di artisti, in linea con i valori e la filosofia dell’impresa, che collaborano con l’azienda.

Mode ha deciso di presentarsi alla città il 14 dicembre 2013, data della prima mostra-evento “MODE, Work in progress”, presso l’Hotel Vittoria, il 5 stelle nel cuore della città. In occasione dell’evento interverranno la dott.ssa Patrizia Vastapane, il critico d’arte Alberto d’Atanasio e Simone Agnetti, presidente del Centro Culturale 999.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI