Adro, Lancini torna libero: il tribunale del riesame revoca i domiciliari

16
Bsnews whatsapp

E’ tornato in libertà il sindaco di Adro Oscar Lancini: il tribunale del riesame ha accolto la richiesta di revoca dei domiciliari avanzata dalla difesa. Il primo cittadino leghista era agli arresti domiciliari dal 13 novembre scorso con l’accusa di aver favorito aziende amiche in un sistema di appalti truccati per alcune opere del paese. Lancini aveva iniziato uno sciopero della fame dal giorno dell’arresto, per protesta, ribadendo in un’intervista al Corsera: “Ho agito solo per il bene del mio Comune”. 

Ora è libero, ma le indagini continuano. Indagini che hanno coinvolto, ricordiamo, l’assessore Giovanna Frusca e il responsabile dell’area tecnica Leonardo Rossi, oltre agli imprenditori Alessandro Cadei e Emanuele Casali. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

16 COMMENTI

  1. se lo hanno fatto tornare in libertà forse forse non avevano un così forte impianto accusatorio!! troppi magistrati pigliano per buone denunce fatte da chissà chi e partono in quarta con gli arresti!! è ora di finirla di mettere uno in galera lo fai diventare un mostro su tutti i giornali ma le indagini sono ancora in corso!! e se risultasse avesse realmente agito per il bene del comune questi magistrati cosa rischiano?? sicuramente nulla di nulla!!!

  2. le indagini continuano. La revoca degli arresti domiciliari in genere quando non sussistono più pericolo di inquinamento delle prove o pericolo di fuga. Evidentemente prima c’erano e non credo si trattasse del pericolo di fuga.

  3. non c’ero arrivato! è vero basta essere di sx, fare lo sciopero della fame o dichiararsi anoressici, trovarsi dei buoni amici ed ecco che in Italia…tutto ci viene concesso!

  4. Ridicoli qs maldestri: prima vogliono la tolleranza zero, poi quando tocca ad alcuni di loro la colpa é degli altri. A proposito: avete sentito di Bossi e famiglia? Vanno a processo per un danno allo stato (cioè noi) di 40milioni di euro. Diranno che é colpa dei Giudici….

  5. Ridicoli qs maldestri: prima vogliono la tolleranza zero, poi quando tocca ad alcuni di loro la colpa é degli altri. A proposito: avete sentito di Bossi e famiglia? Vanno a processo per un danno allo stato (cioè noi) di 40milioni di euro. Diranno che é colpa dei Giudici….

  6. il problema sono sono i 2 pesi e le 2 misure: perchè fanno uscire le intercettazioni su tutto tranne che su mps? Perchè il pd lombardo non è finito alla sbarra per le paccate di miliardi del "sistema sesto"? perchè vendola va a cena con il giudice che lo assolverà poco piu tardi? In emilia romagna il sistema delle cooperative rosse è al collasso con un fallimento dietro l’altro, perchè nessun giudice indaga? Ma soprattutto perchè i giornalisti di questo paese fanno campagna elettorale per il pd?

  7. Vi ricordate di Carlo Nordio?E’ stato anche presidente della Commissione di riforma del codice penale voluta dall’ allora ministro della Giustizia leghista e nel goiugno 2011 fu proposto dal governo Berlusconi a ricoprire il ruolo di ministro della giustizia. a metà degli anni 90 indagò a fondo sul PCI-PDS (come si chiamava allora) NON TROVANDO NULLA DI PENALMENTE RILEVANTE.

  8. Pensa alle limousine affittate dai consiglieri dell’emilia romagna….oppure alle risate oncologiche di vendola mentre è al telefono con quelli dell’ilva.Peraltro in piemonte i piddini sono tutti indagati, hai un bel coraggio a parlare.

  9. La notizia é quella di un leghista DOC indagato per aver favorito gli amici. Possibile che ci debba sempre essere quello chi dice -si però anche gli altri-. Gli altri sono altri, quí si parla di un indagato della lega. La volete o no la tolleranza zero: applicatela con i vostri per primi. Cacciateli prima che arrivino i magistrati.

  10. sei lo stesso che tira fuori le notizie nazionali dopo averle selezionate a piacimento. Del caso montichiari non hai nulla da dire? Ti è sembrato giusto come ha agito la magistratura? ad adro è la stessa cosa.

  11. Altro che rinnovamento della politica; anche voi gestite la polica con il meccanismo degli amici degli amici o della famiglia, come la famiglia Bossi.

  12. No! É accusato di aver dato in appalto i lavori del comune ad imprese amiche. Non ci sono ad Adro anche altre imprese che devono lavorare? Solo gli amici?

RISPONDI