Al Teatro Sociale tre incontri per ricordare il regista Massimo Castri

0

Mercoledì 8 gennaio 2014 alle ore 17.45 nel Foyer del Teatro Sociale di Brescia si terrà il  primo appuntamento dei tre incontri organizzati dal CTB Teatro Stabile di Brescia dedicati alla figura e all’opera del regista  Massimo Castri, a cura di Thea Dellavalle, assistente di Castri dal 2001 al 2009.

Di seguito il testo integrale del comunicato

Il CTB Teatro Stabile di Brescia si è fatto promotore di un’iniziativa nata per ricordare il regista Massimo Castri, di recente scomparso dalla scena italiana. Hanno aderito, con modi e tempi diversi, altri teatri italiani che hanno incrociato la loro storia artistica con la genialità registica di Castri: Emilia Romagna Teatro Fondazione, il Teatro Metastasio di Prato, lo Stabile di Torino, i Teatri di Roma e Perugia.

I tre incontri in programma dall’8 al 10 gennaio, affronteranno le metodologie di lavoro, le tematiche e l’analisi critica e la riflessione sui linguaggi del teatro esemplificate attraverso l’analisi di alcuni singoli spettacoli e l’utilizzo del materiale e fotografico messo a disposizione dall’archivio del CTB.

Il primo incontro, dal titolo Costruttori e distruttori pericolosi e gentili prende in esame gli esordi, la sperimentazione e la scomposizione dei testi attravero  gli spettacoli Vestire gli ignudi, Edipo (che a marzo sarà oggetto di un altro appuntamento) e Rosmersholm.

Thea Dellavalle ha concluso il suo dottorato di ricerca a Torino nel 2010 con una tesi sul teatro di Massimo Castri, di cui è stata assistente alla regia dal 2001 fino al 2009. È  autrice di articoli e saggi sul lavoro di Castri pubblicati dalla rivistaIl castello di Elsinore. Ha inoltre svolto il ruolo di tutor nei due corsi di alta specializzazione per attori tenuti dal regista per Emilia Romagna Teatro Fondazione (2006/2007 e 2008/2009).
Più recentemente è stata assistente di Alvis Hermanis per lo spettacolo Le signorine di Wilko (2010) e di Pascal Rambert per Clôture de l’amour (2012). Collabora regolarmente come aiuto regista con Marco Plini; l’ultima produzione cui ha partecipato è Himmelweg- la via del cielo di Juan Mayorga che ha debuttato nel 2013 al Festival Vie (produzione Centro Teatrale Mamimò, Reggio Emilia).

I prossimi incontri sono previsti per giovedì 9 gennaio, sempre nel foyer del Teatro Sociale alle ore 17.45 e tratterà "Freud senza latitudine" che affronterà l’analisi di Castri del dramma borghese, il filo conduttore tra Ibsen e Pirandello il sottotesto di Così è, (se vi pare) e Hedda Gabler e venerdì 10 gennaio dal titolo "I teatri nel teatro" che tratterà l’uso delle forme e dei linguaggi teatrali come strumento di regia critica in Il Gabbiano e Jhon Gabriel Borkman.

Comments

comments

LEAVE A REPLY