Dopo l’Iseo tocca al Garda: al via i controlli della Soprintendenza nei campeggi

0

Abusivismo nei campeggi sui laghi. Dopo la "crociata della legalità" condotta dalla Soprintendenza dei beni Architettonici e Paesaggistici nei camping sul lago d’Iseo, da Iseo a Pilzone, Marone e Montisola, ora tocca al lago di Garda.

La Soprintendenza avrebbe già invitato i comuni a mettere in atto i controlli nelle strutture ricettive sui rispettivi territori, con l’obiettivo di fare smantellare le verande fissate a terra, i vani aggiuntivi, i pavimenti e tutte le strutture che rendono camper e roulotte strutture permanenti o semi-permanenti. Ogni tipologia di costruzione di questo genere è previsto che venga sottoposta ad autorizzazione paesaggistica, altrimenti è abusiva. Comprensibile l’allarmismo dei titolari dei camping e dei singoli campeggiatori. Nei giorni scorsi sono già state convocate diverse riunioni per capire il da farsi e mettere a punto strategie comuni, ma vista l’esperienza del lago d’Iseo i timori sono reali.

La vicenda sul Sebino nel frattempo non è giunta a termine. Dopo l’ordine di demolizione della Soprintenzanza (leggi la notizia) i titolari di 13 campeggi infatti hanno fatto ricorso al Tar.
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome