L’An Brescia scende in vasca a Mompiano contro il Como

0

Archiviata la felice – e sofferta – trasferta di Champions, a Berlino, per l’An Brescia riparte l’avventura in campionato: domani, alle 15, nella piscina di Mompiano, i ragazzi di Sandro Bovo saranno opposti al Como Nuoto. Il derby lombardo, valevole come dodicesima giornata (prima del girone di ritorno), da parte dell’An, va affrontato con la massima attenzione: tornata in A1 dopo un lungo digiuno, la formazione lariana non perde punti dal quinto turno dell’andata e, nelle ultime quattro giornate, ha ottenuto altrettante vittorie (in casa col Nervi, a Roma con la Lazio, di nuovo in casa col Bogliasco e a Napoli con il Posillipo). Un ruolino di marcia davvero notevole che ha portato il team guidato da Stefano Piccardo, al quinto posto in classifica; insomma, una compagine senza dubbio in salute, quella comasca, che si è rivelata la vera matricola terribile della massima rassegna nazionale. D’altronde, già nel debutto stagionale, Presciutti e compagni avevano avuto modo di testare il potenziale del sette lariano: a Como, solo nel quarto tempo, l’An è riuscita ad avere ragione dei padroni di casa.

In ogni caso, la capacità di reagire nelle situazioni difficili, rientra nelle caratteristiche dei bresciani – la vittoria di mercoledì sullo Spandau è un chiaro segno -, per cui la sfida di domani va affrontata con la giusta dose di tranquillità e con la convinzione di poter conservare la leadership del torneo.

«Il Como – afferma il capitano dell’An, Christian Presciutti – è da considerare l’autentica sorpresa del campionato; avendoli incontrati in allenamento e conoscendo le qualità del loro allenatore, sapevo che potevano fare bene, e così è stato. Da parte nostra, vogliamo riprendere con determinazione per proseguire nel cammino di crescita; senz’altro, davanti a un avversario in forma e con tanto entusiasmo come la squadra di Piccardo, se vogliamo evitare difficoltà, dovremo giocare secondo il nostro potenziale. Comunque, siamo pronti, la vittoria di Berlino è stata molto importante, ha fatto bene al morale di tutti; da qui in poi, mi auguro di vedere un pubblico sempre più numeroso e sempre più vicino all’An».      

Comments

comments

LEAVE A REPLY