Prima i raccomandati, poi tutti gli altri. Le verità di Stamina stasera in tv a Presadiretta

0
Bsnews whatsapp

21:05, Rai3. La puntata di stasera di Presadiretta di Riccardo Iacona sarà utile per capire meglio cosa è Stamina e come sono stati curati i pazienti fino ad ora. Per la prima volta il metodo di cura messo a punto dal team di Davide Vannoni, presidente di Stamina Foundation, finisce in prima serata in televisione. Ricordando cosa è successo meno di un anno fa con il caso-Caffaro, letteralmente scoppiato dopo il passaggio in tv, non è da escludere che possa accadere lo stesso con Stamina. Anche perché le interviste realizzate dai giornalisti di Iacona promettono di essere non poco compromettenti.

Ad esempio, il numero due di Stamina, Marino Andolina, ha dichiarato apertamente: «Abbiamo deciso di curare prima i raccomandati, così poi saremmo riusciti a far entrare i nostri bambini. Un dirigente della Regione Lombardia aveva un problema, una malattia neurologica progressiva. Ha pensato che potevamo curarlo e ha favorito l’ingresso del nostro metodo negli Spedali di Brescia. Anche i dirigenti locali avevano qualche fratello, cognato o marito da curare, col morbo di Parkinson». Dichiarazioni non del tutto ignote, ma finiranno in prima serata. Così come quelle del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, riportate stamane in anteprima dal quotidiano Bresciaoggi: «Se fosse vero che Vannoni e i suoi ci hanno dato un protocollo diverso da quello utilizzato a Brescia ci sarebbero gli elementi per una truffa allo Stato. Sarebbe un atto gravissimo che tradisce il Parlamento. È più che grave, è inaccettabile. È una presa in giro nei confronti di tutto il popolo italiano contro la quale ci rivarremo sicuramente. Com’è possibile che un metodo né brevettato né sperimentato sia potuto entrare in una struttura pubblica italiana? Anche su questo dovremo fare chiarezza». Nel mirino di Iacona, e del Mìministro, finisce dunque anche l’ospedale Civile di Brescia. Stasera ne sapremo di più.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI